menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le autorità che hanno inaugurato la 'nuova' stazione a San Rossore

Le autorità che hanno inaugurato la 'nuova' stazione a San Rossore

San Rossore, ecco la 'nuova' stazione: migliora il servizio per cittadini, turisti e studenti

Terminati i lavori di riqualificazione realizzati da Rfi. Valore complessivo dell'operazione: un milione di euro. Filippeschi: "Una delle porte di accesso alla città. Grazie a questi interventi migliora l'immagine di Pisa"

Un secondo accesso alla stazione, quattro nuovi ascensori per abbattere le barriere architettoniche, interventi strutturali sulle banchine e nel sottopassaggio, illuminazione a led sui marciapiedi di arrivo e partenza dei treni, più efficace segnaletica di orientamento. Sono gli interventi di riqualificazione realizzati da Rete Ferroviaria Italiana nella stazione ferroviaria Pisa-San Rossore, inaugurati questa mattina dal sindaco, Marco Filippeschi, e da Efisio Murgia, direttore Produzione Toscana di Rfi. I lavori effettuati, per un valore economico complessivo di circa un milione di euro, migliorano l’accessibilità e la funzionalità dell'hub ferroviario, posizionato strategicamente vicino a Piazza dei Miracoli e alla zona universitaria, frequentato ogni giorno da circa 5mila viaggiatori e servito dai collegamenti delle linee Pisa-Genova e Pisa-Lucca.

"Abbiamo scelto di riqualificare e migliorare Pisa San Rossore - ha sottolineato Efisio Murgia, direttore Produzione Toscana di Rfi - per l’importanza che la stazione riveste per la città e per il territorio e per contribuire a incrementarne l’attrattività turistica ed economica. Fondamentale nel corso dei lavori è stata la proficua sinergia attivata con l’amministrazione comunale che, grazie anche agli interventi effettuati dall’azienda per la mobilità, ha contribuito a migliorare l’interscambio modale con tutte le realtà di trasporto che hanno capolinea nell’area della stazione".

Soddisfatto anche il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi. "E' un intervento importante - sottolinea il sindaco - perchè la stazione di San Rossore ha anche un'importante funzione urbana, di servizio ai poli universitari, all'ospedale e all'area turistica più importante della città. Insomma si tratta di una delle 'porte di accesso' alla città e questi lavori danno un'immagine di Pisa sicuramente più attraente. Nel prossimo futuro vorremmo estendere la riqualificazione anche all'area esterna alla stazione per dare una nuova vita ad un'area abbastanza degradata. Infine stiamo portanto avanti un importante dialogo con l'amministratore delegato di Trenitalia per riqualificare anche la stazione centrale".

Ai lavori effettuati da Rfi si aggiungono gli interventi eseguiti da Pisamo, con l’installazione di una nuova stazione di Ciclopi, il servizio di bike sharing del Comune di Pisa. "Un servizio - spiega l'amministratore unico di Pisamo, Fabrizio Cerri - che con oltre 1600 prelievi/anno ogni 1000 abitanti è il sistema più utilizzato d'Italia. Abbiamo anticipato l'inaugurazione di questa postazione per dare un senso di insieme ai lavori effettuati da Rfi e per permettere a studenti e turisti di utilizzare il servizio: si tratta, tra l'altro, di una delle postazioni più grandi della città. Nei prossimi mesi verranno inaugurate altre 6 stazioni di bike sharing che diventeranno così 24 in tutta Pisa. Oltre a questo abbiamo anche eliminato alcuni stalli blu nella piazza che si trova di fronte al nuovo accesso e realizzato una nuova segnalatica, sia verticale che orizzontale, più chiara che permetterà ai turisti di raggiungere più facilmente la Torre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

social

Ricette locali, la trippa alla pisana

Utenze

Bollette luce e gas, quando e come chiedere la rettifica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento