rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Peccioli

Peccioli: una nuova vita per la storica Villa Susinno di Legoli

Presentazione dei risultati del concorso di idee per la riqualificazione della struttura

Una villa costruita nel XIII secolo da riportare a nuova luce. Questo uno degli obiettivi al centro del concorso di idee che ha visto il Comune di Peccioli coinvolgere l’Ordine degli Architetti della Provincia di Pisa per intervento su Villa Susinno. Per l’ex fattoria di Legoli, la cui proprietà è di Belvedere Spa, l’idea iniziale, fortemente voluta dal sindaco Renzo Macelloni, era quella di prevedere una serie di funzioni compatibili con gli usi moderni degli spazi, come sedi museali, aule, spazi lavorativi da condividere, spazi per il tempo libero e altre attività in essere come la ristorazione e la fruizione turistica in generale.

Nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta martedì 2 maggio nella Biblioteca Comunale di Peccioli, sono stati annunciati i risultati del concorso di idee. A ottenere il primo posto, selezionato dalla commissione presieduta da Antonio Cortese, dirigente Servizio Pianificazione del Territorio del Comune di Peccioli, è stata la TAMassociati di Venezia.

L’intervento su Villa Susinno, situata in posizione baricentrica e strategica nel borgo di Legoli, potrà costituire l'avvio della riqualificazione architettonica di tutta la frazione con i suoi caratteri urbani e al tempo stesso rurali. Il bando di concorso ha previsto l'orientamento dei requisiti richiesti a migliorare la qualità dello spazio urbano di Legoli, a favorire la valorizzazione dello spazio pubblico come luogo di socialità e benessere per le persone, a promuovere interventi di rafforzamento della coesione sociale e a rafforzare e diversificare i molti servizi alla persona.

Il concorso ha premiato soluzioni altamente qualitative, valutate in base a cinque parametri: l'inserimento urbanistico e paesaggistico, la qualità architettonica della proposta, la possibilità di creazione di metodologie rigenerative per l'intero borgo, l'adeguatezza delle funzioni rispetto ad usi degli spazi comuni e la sostenibilità ambientale ed economica. Le proposte arrivate entro il termine di metà novembre 2022 sono state 21, tutte ritenute sufficienti rispetto alle richieste del bando. Tra queste, cinque si sono distinte per l'adeguatezza della proposta e la valorizzazione dell'edificio soprattutto nel legame con il contesto circostante. Oltre a quella vincitrice dello studio TAMassociati, tra queste anche quelle del Gruppo Giuseppe Iacono di Ragusa (2° classificato), del Gruppo Francesco Rigon di Venezia (3° classificato), di Lorenzo Guzzini di Milano (4° classificato) e dello Studio A.N.T. di Roma (5° classificato).

La graduatoria è stata formata da Cortese e dagli altri membri della giuria, che sono stati Gabriele Cei (membro Ordine degli Architetti di Pisa, in conferenza rappresentati anche dalla presidente Patrizia Bongiovanni) e Vittorio Corsini, artista e docente di Scultura all'Accademia di Belle Arti di Brera, in base al modo di interpretare al meglio le richieste dell'amministrazione.

Il vincitore è il progetto presentato da TAMassociati di Venezia, che prevede il recupero dell'edificio esistente con l'innesto di un nuovo corpo di fabbrica legato ad un lungo porticato che connette tutte le funzioni previste. La proposta del primo classificato prevede la versatilità degli spazi interni con possibilità di trasformazioni e utilizzazioni molteplici di usi anche diverse nel tempo. Il piano terra si lega in modo molto efficace con gli spazi circostanti attraverso una pavimentazione continua che lega il piano strada a quello del giardino e caratterizza la stessa strada come una vera e propria piazza lineare.

Il primo classificato avrà l'incarico di elaborare il progetto di fattibilità tecnico-economica, a cui seguiranno le successive fasi di progettazione. Per la villa saranno disponibili circa 1400 mq di spazi ristrutturati, 300 mq per la ristorazione e un giardino esterno arredato di circa 1500 mq che dialoga direttamente con il bel paesaggio a sud della frazione in direzione Peccioli capoluogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peccioli: una nuova vita per la storica Villa Susinno di Legoli

PisaToday è in caricamento