rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Porta Nuova / Via Roma, 67

Ospedale Santa Chiara: risonanza anche per i portatori di pacemaker

L'innovativa tecnologia realizzata da St.Jude Medical è stata impiantata nell'ospedale pisano su un 32enne con gravi problemi cardiaci: permetterà di sottoporsi alle RM e individuare problemi di salute

Anche chi porta pacemaker potrà sottoporsi ad una risonanza magnetica ad alta risoluzione di tutto il corpo e accedere così nella massima sicurezza ad esami ritenuti oggi essenziali per determinate rilevanze cliniche (come cancro o ictus) e trattamenti curativi.
Tutto questo grazie al primo sistema pacemaker Accent Mri con elettrocatetere che è stato impiantato su un paziente di 32 anni, affetto da blocco atri-ventricolare, presso l'ospedale Santa Chiara di Pisa.

Il dispositivo compatibile, realizzato da St.Jude Medical, ha inoltre diverse funzioni avanzate, per misurare la reazione del cuore alla stimolazione battito-per-battito, per ridurre le stimolazioni ventricolari non necessarie, e dispone inoltre della comunicazione wireless tra il dispositivo impiantato, il programmatore utilizzato dal medico durante l'impianto, i controlli di follow-up. "E' incalcolabile - ha commentato Maria Grazia Bongiorni, Direttore dell'Unità Operativa Complessa di Cardiologia dell' ospedale pisano che ha impiantato il pacemaker - il numero di pazienti portatori di pacemaker che non possono sottoporsi a una risonanza magnetica. Questo sistema di pacemaker ad elettrocatetere incontra invece le esigenze cliniche dei pazienti senza compromessi". (fonte Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Santa Chiara: risonanza anche per i portatori di pacemaker

PisaToday è in caricamento