Rissa al Pronto Soccorso, Lazzeri (Ncd): “Serve una soluzione immediata"

Interviene sull'episodio, che si è verificato nella notte tra sabato e domenica all'ospedale Cisanello di Pisa, il consigliere regionale Lazzeri che chiede che vengano presi provvedimenti per evitare il ripetersi di tali situazioni

"La rissa a colpi di coltello di sabato notte è solo l’ultimo di una lunga lista di soprusi patiti dai pazienti dell’ospedale di Cisanello, la cui sala d’attesa da questo inverno è ostaggio dei senzatetto: invito vivamente la direzione dell’azienda ospedaliera e l’assessorato regionale alla Salute a prendere il problema di petto e ricercare una soluzione rapida per risolvere l’emergenza". È la dichiarazione del consigliere regionale Ncd e membro della IV commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri.

"La situazione - sottolinea - è arrivata al limite: a rimetterci fisicamente nella rissa di sabato notte sono stati gli stessi pazienti e il personale medico infermieristico colpito dallo spray urticante che gli uomini delle forze dell’ordine hanno utilizzato per sedare la lite fra i quindici senzatetto che da mesi occupano la sala d’attesa di una delle eccellenze sanitarie toscane. Il problema è stato finora preso sottogamba e tollerato. Nel frattempo alcuni di questi 'ospiti' non solo hanno finito con l’occupare in orario notturno tre quarti della sala d’attesa, ma negli ultimi 5 mesi hanno scatenato almeno 3 risse finite con l’intervento delle forze dell’ordine".

"La situazione descritta dal personale e dagli utenti del pronto soccorso rischia di rendere vano anche l’annunciata istituzione da parte della direzione generale di un assistente al triage, figura che dalle 8 alle 20 dovrà fare da anello di congiunzione fra la sala d’attesa e il lavoro dei medici in corsia, accogliendo e informando i familiari dei pazienti - prosegue Lazzeri - col risultato di ottenere una situazione totalmente squilibrata: di giorno i pazienti sono addirittura assistiti da una hostess, di notte abbandonati a sé stessi e circondati da senzatetto. Invito per questo l’assessore regionale Luigi Marroni a sollecitare la direzione dell’azienda ospedaliera a risolvere il problema il prima possibile in collaborazione con le politiche sociali del comune di Pisa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento