Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Pontedera: rissa tra ragazzi, 19enne ferito da una coltellata

Un giovane era intervenuto per difendere la sorella da una persecuzione messa in atto da coetanee, invidiose della sua bellezza e del fatto che attirava troppe attenzioni maschili. Individuati i responsabili

Una storia di rivalità tra ragazze iniziata a settembre a Pontedera. Un gruppo di giovanissime che aveva dato vita ad una serie di molestie contro una ragazza, che aveva l'unica colpa di essere troppo carina e di attirare le attenzioni di un ragazzo di cui era innamorata una delle componenti del gruppo. Diversi episodi di molestie, in un periodo di poche settimane, culminati in un tentativo di aggressione fisica scongiurato grazie all’intervento di alcune amiche della ragazza e di alcuni passanti.

La giovane perseguitata, che chiameremo Elena (nome di fantasia), si è così confidata con il fratello diciannovenne che ha subito dato appuntamento al Parco dei Salici, nei pressi del villaggio scolastico, ad un rappresentante del gruppo delle ragazze. Il fratello è andato accompagnato da alcuni amici, ma i "rivali" si sono presentati in numero molto maggiore, quasi a sottolineare le loro cattive intenzioni. Ne è scaturita una vera e propria rissa. Infatti alla richiesta di smettere di molestare la sorella, alcuni ragazzi hanno immobilizzato gli amici e altri due il fratello di Elena che aveva cercato di avere un colloquio. Il diciannovenne viene aggredito con calci pugni e morsi e minacciato di morte. Poco dopo infatti viene estratto un coltello, un componente della banda tenta di ucciderlo sferrando una coltellata all’addome, ma non riesce nell’intento solo grazie alla prontezza di riflessi della vittima che, all’ultimo istante, riesce a girarsi e a prendere la coltellata nel gluteo anziché nella pancia. L’aggressore a questo punto tenta di sferrare un’altro colpo, ma viene bloccato dagli amici della vittima.

Mentre il fratello di Elena giace a terra, gli altri componenti del gruppo lo colpiscono con calci in faccia e allo stomaco mentre l’aggressore, disarmato dal coltello, tenta di colpirlo con un bastone desistendo grazie all’intervento di un passante che urlando ha estratto il cellulare per chiamare la Polizia.
Solo in quel momento il gruppo è scappato non senza urlare minacce di morte.
Il ragazzo ferito è stato accompagnato al pronto soccorso dove è stato medicato per diverse contusioni e abrasioni e per la frattura del setto nasale, oltre che per la coltellata al gluteo.

Le indagini condotte dal Commissariato di Pontedera hanno consentito l’identificazione di tutti i componenti del gruppo, dalle ragazze, denunciate in stato di libertà per i reati di ingiurie, molestie, percosse minacce e lesioni, ai ragazzi. In particolare, per quanto riguarda questi ultimi, nei confronti del maggiorenne, ventenne italiano della zona che ha capeggiato l’aggressione, la Procura della Repubblica di Pisa ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di tentato omicidio, porto abusivo di arma da taglio e minacce aggravate in concorso, mentre nei confronti dei minorenni (tutti stranieri) sono scattate le denunce in stato di libertà per i reati di concorso in  tentato omicidio, porto abusivo di arma da taglio e minacce aggravate.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera: rissa tra ragazzi, 19enne ferito da una coltellata

PisaToday è in caricamento