Cronaca Pontedera

Rissa alla stazione di Pontedera, espulsione per i responsabili: "L'accoglienza non c'entra"

Il sindaco Simone Millozi ringrazia le forze dell'ordine e spiega che i coinvolti erano "non residenti a Pontedera, senza fissa dimora e pregiudicati per vari reati, non profughi"

"Nei giorni scorsi si è compiuta una brillante operazione delle forze dell'ordine conclusasi con l'attivazione delle procedure di espulsione coatta dall'Italia delle stesse persone già individuate come responsabili della rissa alla stazione degli autobus e del clamore che ne è seguito. Si tratta di persone non residenti a Pontedera, senza fissa dimora e pregiudicati per vari reati, non profughi né inseriti in alcun altro progetto di accoglienza".

Lo comunica il sindaco di Pontedera Simone Millozzi, che torna sul caso dopo le polemiche sulla questione sicurezza che hanno coinvolto anche il tema dell'accoglienza. "Il mio ringraziamento - prosegue il primo cittadino - va agli operatori che hanno partecipato alle indagini, all'identificazione ed al fermo nonché alle autorità competenti che le hanno disposte. Anche attraverso azioni così efficaci e tempestive passa il faticoso percorso per inquadrare i temi riguardanti la sicurezza urbana nei contesti che gli sono propri. Tali azioni rassicurano i cittadini e le comunità sulla presenza dello Stato nei territori ed iniettano fiducia laddove, invece, lo scontro politico per rincorrere consensi facili e rapidi, avvelena i pozzi che alimentano la convivenza civile piuttosto che costruire percorsi e proposte condivise a supporto dello straordinario lavoro delle forze dell'ordine e delle istituzioni che si occupano della nostra sicurezza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa alla stazione di Pontedera, espulsione per i responsabili: "L'accoglienza non c'entra"

PisaToday è in caricamento