Ristrutturazioni incisive alla Moretti: due classi traslocano per le prime due settimane di scuola

Fissati i prossimi lavori alla palestra di Riglione dall'assessore Latrofa, mentre l'assessore Munno annuncia sopralluoghi in tutte le strutture

Sono in dirittura d’arrivo i cantieri in molte scuole pisane in vista della prima campanella. Fra manutenzioni e consolidamenti un intervento richiede una variazione alla programmazione scolastica: all’Istituto 'Gamerra' a Riglione l’intervento di adeguamento antisismico e antincendio ha comportato incisive opere di ristrutturazione, con l’installazione di nuovi setti portanti in cemento armato. A causa di problemi tecnici scaturiti in corso di svolgimento, il lavoro comporterà uno slittamento della consegna al 30 settembre per due aule. Per questo, le classi IV e V della primaria 'Moretti', per le prime due settimane di scuola, saranno spostate presso la scuola primaria 'Genovesi', sempre nel quartiere di Riglione.

Si è tenuto ieri, lunedì 2 settembre, presso la scuola 'Genovesi', un incontro a cui hanno partecipato l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa, l’assessore alle politiche educative Sandra Munno, oltre al responsabile delle manutenzioni alle scuole Stefano Garzella e alla Dirigente dell’Istituto scolastico, per spiegare ai genitori gli interventi effettuati e ancora in corso, la tempistica e l’organizzazione relativa allo spostamento temporaneo delle due classi: "L’amministrazione comunale - hanno spiegato Latrofa e Munno - ha organizzato il servizio di scuolabus per trasportare gli alunni delle due classi interessate dai lavori. I genitori potranno normalmente accompagnare e tornare a riprendere i ragazzi alla sede della scuola Moretti, dato che provvederà lo scuolabus a trasportarli nelle aule della Genovesi, dove saranno ospitati per 15 giorni. I genitori che invece preferiscono accompagnare i propri figli direttamente alle Genovesi possono farlo, previa comunicazione alla scuola".

"I genitori presenti - ha detto Latrofa - hanno potuto visionare le aule che ospiteranno i ragazzi per due settimane e, sulla base delle spiegazioni da noi fornite, si sono dimostrati comprensivi, capendo che si tratta di un piccolo disagio, a fronte del vantaggio di poter usufruire di una scuola che sarà una delle più complete dal punto vista della rispondenza alla normativa antisismica e antincendio. Un lavoro importante per la sicurezza dei ragazzi, che verrà portato a termine entro la fine dell’anno per l’intero edificio. I genitori hanno più che altro mostrato interesse a capire l’entità dei lavori fatti alla scuola, compreso anche l’investimento fatto precedentemente per il rifacimento di tutti gli infissi, dato che la scuola, caratterizzata da ampie vetrature, presentava problemi di isolamento termico, adesso risolti".

Le domande dei genitori infine hanno riguardato la palestra di Riglione, dove i lavori ripartiranno a settembre, con rifacimento della copertura, del pavimento e degli infissi. "La palestra - ha concluso Latrofa -  entro gennaio del prossimo anno verrà riconsegnata nuova di zecca al quartiere di Riglione, che potrà così tornare a disporre dopo tanti di anni di una struttura efficiente, una risorsa importante sia per le scuole che per le associazioni sportive che ne usufruiscono".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come assessore appena entrata in carico - ha aggiunto l’assessore Sandra Munno – ho tenuto a partecipare all’incontro con i genitori e con la dirigente scolastica, anche per visitare in prima persona la scuola e ascoltare le esigenze relative ai servizi di trasporto e refezione. Ho già messo in programma di effettuare sopralluoghi in tutte le strutture scolastiche di Pisa insieme all’assessore Latrofa, e dunque ho iniziato ieri proprio dall’Istituto Gamerra, per toccare con mano la situazione degli edifici e dei servizi offerti alle famiglie, in tutti i quartieri di Pisa. Per quanto riguarda il servizio mensa all’Istituto Gamerra in questi primi 15 giorni, la Dirigente ha dato indicazione di procrastinare di una settimana l’inizio del servizio, che per tutte le scuole parte comunque una settimana dopo l’inizio dell’anno scolastico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 12 nuovi casi e 2 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento