rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca San Giuliano Terme / Via Ulisse Dini

Roberta Ragusa: indagini ad un punto morto, ma ci sono indizi contro il marito

Mentre sabato è in programma la manifestazione nel secondo anniversario della scomparsa dell'imprenditrice di San Giuliano Terme, gli inquirenti cercano di ricostruire cosa accadde quella notte: a maggio il caso potrebbe essere archiviato

A due anni dalla scomparsa di Roberta Ragusa le indagini sono ad un punto fermo. Mentre sabato è in programma il corteo per le strade di San Giuliano Terme, organizzato dal gruppo Facebook 'Troviamo Roberta Ragusa', i Carabinieri stanno mettendo in fila migliaia di atti prodotti in questi due anni di lavoro per delineare il quadro investigativo definitivo e attendere le mosse della procura che dovrà decidere se andare avanti o chiedere l'archiviazione. Attualmente sono tre le persone indagate: il marito della donna, Antonio Logli, principale sospettato di omicidio e occultamento di cadavere, indagato in concorso con l'ex amante e attuale compagna, Sara Calzolaio, e il padre di lui, Valdemaro Logli.

Secondo i militari del'Arma ci sarebbe comunque nei confronti del marito della donna scomparsa un "convergente quadro indiziario" del quale tenere conto per chiedergli di fornire spiegazioni su alcuni punti ancora oscuri. Se invece l'uomo dovesse avvalersi della facoltà di non rispondere, secondo gli inquirenti, sarebbe un punto a favore dell'accusa per chiederne il rinvio a giudizio e ottenere un processo a suo carico. In assenza del corpo della donna e di altre prove schiaccianti, ci sarebbero elementi indiziari significativi: a cominciare da due testimonianze che smentiscono la versione del Logli secondo la quale la notte della scomparsa della moglie lui stesse dormendo nel suo letto. Ovvero quella del giostraio Loris Gozi, che assistette ad un litigio tra Logli ed una donna fuori dalla villetta di via Ulisse Dini, e quella di una signora che dice di avere visto il marito di Roberta più o meno nella stessa strada e alla stessa ora in cui lo avrebbe visto Gozi. Infine, a suffragare questa tesi, ci sarebbe la testimonianza del vigile del fuoco, Filippo Campisi, che sostiene di avere visto uscire di notte una donna in pigiama dalla casa della coppia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa: indagini ad un punto morto, ma ci sono indizi contro il marito

PisaToday è in caricamento