rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca San Giuliano Terme / Via Ulisse Dini

Roberta Ragusa, ricerche senza esito, il legale del cognato: "Casa non perquisita"

Dopo la lunga giornata di perlustrazione del Parco di San Rossore, nessuna traccia utile alle indagini è stata trovata dagli investigatori. Intanto a 'Chi l'ha visto?' parla l'avvocato di Giovanni Logli

Anche oggi senza successo le ricerche di Roberta Ragusa. Decine di carabinieri e poliziotti hanno cercato da questa mattina nel Parco regionale di San Rossore, perlustrando spiagge, zone boschive e sponde di canali della riserva naturale senza però trovare indizi utili alle indagini per risolvere il giallo della donna scomparsa oltre un anno fa. Secondo quanto si è appreso, la ricerca rientra nell'ambito delle attività pianificate nelle scorse settimane dalla prefettura, su richiesta della magistratura, per perlustrare l'intero territorio provinciale e porzioni di quello della provincia di Lucca.

La procura sta pianificando un calendario di interrogatori che nei prossimi giorni vedrà sfilare davanti al pubblico ministero che dirige le indagini, Aldo Mantovani, i familiari più stretti di Antonio Logli, marito della donna scomparsa e unico indagato con l'accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere, e anche la sua amante Sara Calzolaio. Tutti saranno sentiti come persone informate sui fatti e soltanto dopo, al termine di questa serie di colloqui, la procura convocherà Logli per il suo primo interrogatorio nella veste di indagato.

Intanto alla trasmissione televisiva 'Chi l'ha visto?' ha parlato l'avvocato Florenzo Storelli, legale del fratello di Antonio Logli, Giovanni, e della moglie. Storelli ha smentito la notizia uscita la settimana scorsa secondo cui, durante le perquisizioni nella proprietà dei Logli, sarebbero stati ispezionati anche la casa e lo studio medico di Giovanni Logli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa, ricerche senza esito, il legale del cognato: "Casa non perquisita"

PisaToday è in caricamento