Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca San Giuliano Terme / Via Ulisse Dini

Ricerche Roberta Ragusa: ritrovato un teschio sulla spiaggia

Il teschio è stato trasferito all'Istituto di Medicina Legale di Pisa per essere analizzato. Nel pomeriggio gli speleologi hanno ritrovato frammenti di ossa in una grotta: spetterà ai Ris definirne l'origine

Anche un teschio ritrovato questa mattina da una ragazza sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta (Lucca) sarà analizzato per capire se possa trattarsi di Roberta Ragusa, la donna scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, al centro della maxi battuta di ricerca iniziata oggi e che si protrarrà per una settimana. Dunque oltre alle ossa ritrovate in una grotta ad Agnano (San Giuliano Terme), anche il teschio si aggiunge al bilancio di questa prima, lunga, giornata di ispezione del territorio. Tuttavia le ossa potrebbero essere di animale ed il teschio umano, che presenta un taglio al centro e sembrerebbe essere molto vecchio, magari potrebbe essere stato usato da uno studente di Medicina che lo ha poi gettato via. Ma niente viene trascurato nelle ricerche. Gli inquirenti sono convinti da mesi che Roberta Ragusa sia stata uccisa e ormai cercano solo un corpo o quel che ne resta per poter risolvere un giallo che per ora sembra senza soluzione. 

Di buon mattino 1500 uomini (350 carabinieri e oltre 1100 volontari delle associazioni legate alla Protezione Civile toscana) hanno setacciato palmo a palmo la provincia di Pisa e alcune porzioni di quella di Lucca. "Voglio ringraziare - ha detto il prefetto Francesco Tagliente a fine giornata - tutti gli operatori e volontari che, gratuitamente, si sono impegnati per ore in questo primo giorno di attività". Le ricerche proseguiranno nei prossimi giorni: martedì e mercoledì in particolare sarà ispezionato il fondo e le sponde del lago di Massaciuccoli con l'intervento dei sub dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri del nucleo sommozzatori di Genova.


Oggi Carabinieri e volontari hanno invece perlustrato aree boschive, campagne e canali e nel pomeriggio sono comparsi i primi ritrovamenti: gli speleologi della Regione Toscana e del club alpino italiano hanno trovato appunto in una grotta della Buca delle Fate sulla cima Sigheretta alcuni frammenti ossei, che saranno analizzati dagli esperti del Ris di Roma. Altrove sono stati trovati indumenti, scarpe e altri oggetti che sono stati però subito scartati inquirenti perché ritenuti non attinenti alle indagini. In mattinata una medium che aveva accompagnato una troupe televisiva nelle ricerche sarebbe stata presa a verbale dai Carabinieri. Nel pomeriggio si è poi deciso di trasferire all'Istituto di Medicina Legale di Pisa anche il teschio umano trovato stamani da una ragazza su una spiaggia di Marina di Pietrasanta. Anche in questo caso gli inquirenti non si attendono particolari rivelazioni, tuttavia non si vuole lasciare nulla di intentato. (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerche Roberta Ragusa: ritrovato un teschio sulla spiaggia

PisaToday è in caricamento