Cronaca

Roberta Ragusa, una telefonata al Tirreno: "La donna aveva un amante"

Un uomo ha chiamato la redazione del quotidiano sostenendo di essere stato testimone degli incontri tra la donna scomparsa e il suo amante. Un'amica in una lettera ad una tv: "Ho accompagnato Roberta in un bosco"

Una telefonata anonima giunta alla redazione di Pontedera de Il Tirreno ha messo di nuovo i riflettori sul caso della scomparsa di Roberta Ragusa, la titolare dell'autoscuola Futura di San Giuliano Terme, sparita dalla sua villetta della frazione di Gello quasi un anno fa, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio.

Un uomo, come riporta lo stesso quotidiano, ha telefonato in redazione dicendo di essere sicuro che la donna svanita misteriosamente nel nulla avesse una relazione extraconiugale e che egli stesso era stato testimone degli incontri di Roberta con l'amante. Dalle indagini degli inquirenti però nulla è emerso in questi mesi su una possibile relazione della Ragusa, divisa tra il lavoro e l'amore sconfinato per i due figli.

Poi in una lettera arrivata ad una tv una sedicente amica dice di aver accompagnato la sera della scomparsa Roberta, come la stessa donna aveva chiesto, in un bosco della provincia a bordo di un suv. Sì, ancora una volta un suv come nell'avvistamento di via Contessa Matilde, quando la titolare di una paninoteca aveva affermato di aver visto la Ragusa salire proprio su questo tipo di veicolo, uno dei tanti avvistamenti che purtroppo non hanno portato a niente.

Roberta Ragusa è svanita nel nulla. L'allontanamento volontario resta ormai un'ipotesi praticamente non più sostenibile. Le telefonate, le lettere arrivate ai mass media in questi mesi riaprono soltanto una ferita nel cuore di tutti, ma soprattutto in quello di due ragazzi, Daniele e Alessia, che ancora attendono di sapere che fine ha fatto la loro mamma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa, una telefonata al Tirreno: "La donna aveva un amante"

PisaToday è in caricamento