rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022

Il robot subacqueo Zeno alla scoperta dei laghetti di Campo

Partita la convenzione tra il Comune di San Giuliano Terme e il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa per il monitoraggio ambientale periodico dei laghetti ai piedi del Monte Pisano

Un drone subacqueo autonomo in grado di monitorare lo stato del fondale e delle acque. È Zeno, robot dell'Università di Pisa che per i prossimi due anni 'scandaglierà' i laghetti della frazione di Campo, nel Comune di San Giuliano Terme. Stamattina, mercoledì 13 aprile, la prima ricognizione effettuata da Zeno. Prima di una serie di sopralluoghi grazie alla convenzione (rinnovabile) stipulata dai due enti. "Zeno - spiega Riccardo Costanzi, docente di robotica al Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione (DII) dell'Università di Pisa - è capace di muoversi in acqua in maniera completamente autonoma, sfruttando l'intelligenza che ha a bordo. Durante il suo moto può raccogliere informazioni molto importanti sull'ambiente circostante. Per fare questo utilizziamo sensori sia ottici (telecamere), sia acustici, incluso un side scan sonar, per stabilire in modo preciso la profondità". I robot subacquei, spiega il direttore del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Andrea Cait, "consentono di raccogliere dati ambientali a costi molto inferiori e in un tempo più breve rispetto ai metodi tradizionali. Quest'attività si inserisce all'interno del più ampio progetto Crosslab, incentrato sullo sviluppo delle tecnologie per una transizione digitale e verde". Soddisfazione anche da parte dell'assessore all'ambiente del Comune di San Giuliano Terme, Filippo Pancrazzi: "Grazie a queste informazioni otterremo non solo una scansione del lago, ma sapremo anche quali specie ittiche si trovano attualmente nel lago". 

Si parla di

Video popolari

Il robot subacqueo Zeno alla scoperta dei laghetti di Campo

PisaToday è in caricamento