Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Volterra

Volterra, punto nascita: disertata dal direttore generale dell'Asl la convocazione di Buselli

Il primo cittadino di Volterra chiede una proroga di un anno per migliorare il progetto, ma è secca la replica di Rocco Damone: "La decisione è già stata presa, chiuderà il 1 luglio"

Fumata nera ieri mattina al tavolo convocato urgentemente per la questione del Punto Nascita di Volterra dal presidente della Società della Salute e sindaco di Volterra Marco Buselli. Grande assente il Direttore Generale della Asl 5 Rocco Damone e le figure professionali dell'Asl chiamate in causa. Assente anche il PD mentre altri soggetti politici, alcune istituzioni, i sindacati, il Comitato Ospedale, SOS Volterra, hanno presenziato in forze all'incontro. 

Il Direttore Generale Damone aveva annunciato che non avrebbe partecipato, perché la decisione è già stata presa e comunicata, ribadendo che il reparto chiuderà il primo di luglio. "Grave - comunica il sindaco Buselli - l'assenza della Direzione aziendale al Tavolo che ha dato vita al progetto. È da qua che saremmo dovuti ripartire per calibrare eventuali aggiustamenti, che permettessero al progetto di decollare definitivamente. L'assemblea della SDS di stasera avrebbe dovuto recepire anche le sollecitazioni emerse dal confronto. Illogica quindi anche la fuga dalle responsabilità del PD locale".

"Dai sindacati invece - prosegue il primo cittadino volterrano - non c'è stato un input chiaro per mantenere il punto nascita o ottenere una qualsiasi proroga. Come Presidente della Società della Salute chiedo invece con forza la proroga di un anno, in cui si possano individuare gli spazi per migliorare il progetto ed adattarlo alle necessità della popolazione".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra, punto nascita: disertata dal direttore generale dell'Asl la convocazione di Buselli

PisaToday è in caricamento