Cronaca

Sanità, Rocco Damone resta alla guida dell'Asl 5: "Grazie per la fiducia"

Il direttore generale dell'Azienda Sanitaria ha espresso il proprio ringraziamento non solo al presidente Rossi, ma anche a tutti i dirigenti e gli operatori che hanno creato una struttura coesa

Dopo il via libera della Commissione Sanità della Regione Toscana, che si è espressa favorevolmente sulla proposta di Enrico Rossi di riconfermare l’attuale direttore generale della Asl 5 di Pisa, è arrivata l’ufficialità con il decreto n°19 dell’11 febbraio 2014 emanato dal presidente della Giunta Regionale Toscana. “Desidero esprimere un ringraziamento sincero al presidente Enrico Rossi, esteso anche all’assessore Luigi Marroni, per la fiducia accordatami e per il giudizio positivo sul lavoro svolto nel triennio 2011-2014”.

Così il direttore Rocco Damone commentando la notizia della propria riconferma per la quale aggiunge una lunga lista di ringraziamenti: “Si tratta di un risultato ottenuto grazie al contributo di ogni componente del sistema e per questo voglio soprattutto ringraziare tutti i dirigenti e gli operatori della Usl per l’impegno, la lealtà e l’orgoglio di appartenenza al Servizio Sanitario della Toscana; le organizzazioni sindacali della dirigenza medica e amministrativa, nonché le OSS del comparto, per il senso di responsabilità dimostrato e per l’atteggiamento sempre costruttivo nell’affrontare le diverse problematiche organizzative ed in particolare rispetto al contenimento del turn-over; le associazioni dei cittadini e dei malati per il continuo stimolo e per le proposte migliorative del sistema di erogazione dei servizi; tutte le associazioni di volontariato e del terzo settore per la disponibilità e la collaborazione costruttiva; i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta per la condivisione e la realizzazione dei più importanti progetti regionali come la medicina d’iniziativa, il cronic care model, la promozione dei corretti stili di vita, la prevenzione dell’obesità nei bambini e le diagnosi precoci dei bambini affetti da autismo; il Collegio dei Sindaci Revisori per il  monitoraggio e il controllo puntuale sulla legittimità degli atti; tutti i sindaci dei comuni afferenti alla Usl 5 di Pisa per la disponibilità e la collaborazione nella gestione di tutto il settore socio-sanitario integrato attraverso la Società della Salute”.

“Questo sistema territoriale molto coeso - conclude il direttore generale -  ci consentirà di affrontare nei prossimi anni le sfide dell’innovazione, dell’erogazione di prestazioni sempre più appropriate, dell’equità di accesso ai servizi sanitari, della presa in carico dei cittadini più bisognosi e colpiti dalla crisi economica, della sostenibilità economica del sistema e, in definitiva, della difesa del servizio sanitario pubblico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Rocco Damone resta alla guida dell'Asl 5: "Grazie per la fiducia"

PisaToday è in caricamento