rotate-mobile
Cronaca

Fa ricerca alla Scuola Sant'Anna uno dei 100 giovani talenti individuati da Forbes

Rocco Limongelli, 25 anni, fa parte del progetto 'Perseo', che fornirà all'Unione Europea gli strumenti per normare i rapporti tra l'uomo e l'intelligenza artificiale

Ha meno di 30 anni e fa ricerca alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa: Rocco Limongelli, una vita a metà tra il sud Italia e il Regno Unito, è appena stato inserito dalla rivista Forbes Italia nella lista dei 100 giovani leader del futuro. A 14 anni Rocco ha riempito il trolley con qualche vestito, ha preso in mano anche il bagaglio dei sogni e si è trasferito oltremanica. Qui ha concluso la scuola superiore e si è laureato in giurisprudenza, avviando anche una proficua attività professionale che lo ha portato a indagare sempre più nel dettaglio il campo dell'intelligenza artificiale e delle macchine applicate alla vita quotidiana delle persone. "Un ambito nuovo, ricco di cose da scoprire, rapporti da normare, dubbi da chiarire. Sulla scorta di questa esperienza ho deciso di inviare la mia candidatura alla Scuola Superiore Sant'Anna per entrare a far parte di un progetto di ricerca affascinante" spiega Rocco.

L'istituto pisano, assieme ad altri Atenei sparsi in tutta Europa, fa parte del circuito Perseo: "Un progetto che punta a fornire all'Unione Europea tutti gli strumenti necessari per normare in modo rigoroso i futuri rapporti tra l'uomo e le macchine. In particolare tutti quei robot antropomorfi che sempre più faranno parte della vita sociale del prossimo futuro". Rocco Limongelli illustra con entusiasmo il suo campo di ricerca: "Il gruppo di lavoro è estremamente variegato. Ci sono esperti di giurisprudenza, ingegneri, psicologi, medici. Una squadra che raccoglie specialisti di molti settori che evidenzia in modo estremamente chiaro la portata dell'impatto che i robot potranno avere sulle nostre vite".

"Ci sono studi che evidenziano l'insorgere di patologie in soggetti che hanno avuto relazioni molto strette con macchine, in particolare robot antropomorfi - prosegue Rocco - uno degli aspetti di cui è importante approfondire la conoscenza è proprio questo. Il progetto Perseo rientra nella visione Horizon 2020 varata dall'UE: l'obiettivo dei ricercatori e di tutti i soggetti coinvolti è fornire ai legislatori europei gli strumenti necessari per definire un quadro giuridico, normativo e applicativo omogeneo. Vogliamo arrivare a definire delle linee guida europee per i robot sociali: semplificando in modo quasi brutale, l'intento è tracciare una riga e dividere ciò che è bene nei rapporti robot-uomo da cio che è male".

Un obiettivo sicuramente ambizioso che Rocco Limongelli, titolare di una borsa di studio 'Marie Curie' per il corso di dottorato in giurisprudenza alla Scuola Sant'Anna, intende raggiungere. "Per molti potrebbe sembrare pura fantascienza. Invece è una realtà molto più vicina di quanto sembri. Il dibattito in seno all'UE ha preso spunto dagli scritti di Isaac Asimov: è il padre del genere letterario della fantascienza, ma prima di ciò è stato un divulgatore scientifico di estrema influenza. Nei suoi elaborati troviamo contenuti attuali, molti dei quali fanno parte della ricerca che sto conducendo insieme ai colleghi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa ricerca alla Scuola Sant'Anna uno dei 100 giovani talenti individuati da Forbes

PisaToday è in caricamento