Solidarietà e Coronavirus: il Rotary Club Pisa sostiene la Neuropsichiatria infantile

L'associazione ha donato una piattaforma software per la riabilitazione a distanza all'Azienda Sanitaria Toscana Nord-Ovest

Continua l’impegno del Rotary Club Pisa verso enti e strutture che maggiormente risentono degli effetti dell’emergenza sanitaria del Coronavirus. Il progetto 'Riabilitazione a distanza' con l’Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia e Adolescenza (UFSMIA) dell’Azienda Usl Toscana Nord-Ovest, zona Pisana ha lo scopo di mantenere l’efficienza dei servizi nei confronti dei piccoli pazienti, in questo momento in cui le misure di cautela costringono le strutture ad una drastica riduzione, limitando la presenza fisica negli ambulatori allo stretto indispensabile.

L’Ufsmia (che ha sede nell’edifico polifunzionale di via Garibaldi) comprende medici, neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti ed educatori professionali che attuano interventi riabilitativi su bambini di età compresa tra gli 0 e i 17 anni con difficoltà di linguaggio e di apprendimento. L’impiego della piattaforma software, donata in questi giorni dal Rotary Club Pisa, garantisce di poter usufruire, ognuno dalla propria abitazione, dei percorsi terapeutici personalizzati in base alla diagnosi effettuata. E’ così possibile assicurare un costante monitoraggio delle attività, proponendo per via telematica esercizi e terapie sotto il costante e vigile controllo da remoto del personale specializzato.

Alla consegna della piattaforma erano presenti, oltre al presidente del Rotary Club Pisa Gino Dini, le dottoressa Sabina Ghilli (direttore della Società della Salute della zona pisana), Roberta Romano (responsabile dell’Ufsmia), Francesca Badalassi (neuropsicomotricista per la riabilitazione), Ester Fornasier (psicologa) e Erika Marradi (logopedista).

"Queste azioni - afferma Gino Dini - rappresentano la vera essenza della nostra associazione che si traduce nel perseguire e sviluppare l'ideale del 'servire' inteso come motore e propulsore di ogni attività di utilità sociale". Nel ringraziare per la donazione effettuata dal Rotary Club Pisa, Sabina Ghilli ha tenuto a ribadire l’importanza di assicurare la continuità dell’opera svolta dall’Unità Funzionale diretta dalla dottoressa Roberta Romano, in particolar modo in questo periodo nel quale i pazienti e le loro famiglie incontrano maggiori difficoltà di movimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento