Rsa Remaggi, i sindacati: "In tempo di Covid si tagliano le ore di pulizia"

Critici Fp Cgil e la Filcams Cgil sulla riorganizzazione annunciata nel cambio di appalto

Nuovi problemi alla Rsa Remaggi di Cascina. La Fp Cgil e la Filcams Cgil di Pisa esprimono preoccupazione per il cambio di appalto che dal 1° di settembre avverrà per il servizio di pulizie e guardaroba presso la struttura gestista dalla APSP Remaggi. "Nell'ambito della trattativa prevista dai Contratti nazionali di lavoro - spiegano i sindacati - finalizzata alla salvaguardia dell'occupazione e della retribuzione dei lavoratori, che passano dall'azienda uscente alla nuova aggiudicataria, il nuovo gestore, comunica che subentrerà riorganizzando il servizio con una riduzione di ore di pulizia e di personale".

"A fronte della rinuncia di 2 lavoratrici al passaggio con il nuovo gestore, non solo queste non verranno sostituite, ma si prevedono ulteriori riduzioni orarie sulle pulizie, per circa 33 ore complessive settimanali" è il quadro tratteggiato da Fp Cgil e Filcams Cgil, che insistono: "In un momento in cui tutte le Rsa rappresentano le strutture dove si concentrano le maggiori criticità legate alla diffusione del Covid e dove sono presenti le persone più fragili e maggiormente esposte ai rischi della pandemia, risulta incomprensibile come il servizio di pulizia, anziché prevedere un potenziamento, subisca una drastica riduzione, che sicuramente nessun macchinario ad alta tecnologia potrà compensare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo che la Committenza ed il Comune di Cascina intervengano urgentemente - concludono i sindacati - esercitando la responsabilità sociale che dovrebbe competere ad ogni istituzione, nei confronti dell'occupazione e per garantire la qualità e la sicurezza, indispensabile ed irrinunciabile per gli anziani e per i lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento