Cascina: ladri di tombini in azione al camposanto

Quattro cimiteri sono stati presi di mira. A conti fatti sono 11 i tombini in ghisa asportati e 3 le grate in alluminio sparite: il furto probabilmente all'orario di chiusura

Spariti undici tombini. Dopo la razzia delle canaline in rame dei mesi scorsi (l’ultima è avvenuta il 21 aprile), i “soliti ignoti” hanno portato via da quattro cimiteri cascinesi undici tombini in ghisa e tre grate in alluminio.

Il Comune di Cascina deve fare i conti così con i nuovi furti perpetrati in questi giorni nei cimiteri del territorio.
Ad essere depredati di una decina di "preziosi" tombini i camposanti delle frazioni di San Prospero e S.Lorenzo alle Corti. Mentre invece dai cimiteri di Pettori e Musigliano sono sparite le grate in alluminio dell’ingresso dei canali di deflusso delle acque reflue.

Gli oggetti metallici, così come è stato riferito ai Carabinieri dalla ditta Arca Soc. Cooperativa, che si occupa della gestione dei servizi cimiteriali per conto dell’amministrazione comunale, con ogni probabilità sono stati asportati a ridosso dell’orario di chiusura con sistema elettronico a temporizzatore automatico dei cancelli previsto per le 19. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento