Cronaca Centro Storico / Lungarno Galileo Galilei

Lungarno Galilei: il Comune denuncia il proprietario del rudere abbandonato

L'immobile colpito dalle bombe nel 1944 attende da allora un restauro. Il proprietario dell'immobile, Giuseppe Pampana, si è sempre rifiutato di mettere in sicurezza l'edificio e di pagare l'occupazione di suolo pubblico per le transenne

Il comune di Pisa ha denunciato l'imprenditore Giuseppe Pamapana, uno dei maggiori immobiliaristi della città, per non aver ancora pagato l'occupazione di suolo pubblico, a distanza di due anni, per il rudere di sua proprietà e in attesa di restauro posto su Lungarno Galilei. Lo ha annunciato ieri la stessa Amministrazione comunale.

"La denuncia - scrive in una nota l'Amministrazione - è avvenuta proprio nel giorno della festa di San Ranieri che si conclude con la notte della Luminara. I lumini accesi hanno per una notte coperto quella bruttura. La vicenda si trascina dal tempo dei bombardamenti del 1944. Di proprietà dell'imprenditore Pampana quell'immobile, se restaurato, con un progetto di qualità, chiuderebbe una ferita lunga oltre 70 anni".

Da tempo, spiega ancora il Comune, il marciapiede "su cui si affaccia l’edificio in questione, è transennato perchè il rudere cade a pezzi ed è pericoloso per i passanti". La Sepi, che si occupa per il comune di Pisa della riscossione dei tributi, ha richiesto al proprietario 56mila euro per l'occupazione del suolo pubblico.

"Nel 2013 - prosegue la nota - dopo lunghe ed estenuanti trattative per una risoluzione bonaria, intimava al Pampana di eseguire la verifica strutturale ed eseguire le opere conseguenti per l’ incolumità pubblica. Niente di questo è stato fatto, neanche dopo l’intimazione da parte dei Vigili del Fuoco. Sempre nel 2013 l’Ufficio di Protezione Civile informava la Procura della Repubblica e la Prefettura della situazione di pericolo e degrado. Infine la denuncia formale firmata dal Sindaco".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungarno Galilei: il Comune denuncia il proprietario del rudere abbandonato

PisaToday è in caricamento