Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Aeroporto Galilei: Ryanair dona 10 mila euro al Meyer di Firenze

La consegna venerdì mattina allo scalo pisano. Eddie Wilson, direttore del personale di Ryanair: "L'aeroporto di Firenze per noi è un'opportunità, ma continueremo a puntare su Pisa". Sui voli transatlantici: "Non sono tra le nostre priorità"

Diecimila euro al Meyer di Firenze. E' la donazione che questa mattina Ryanair, la compagnia leader dei voli low cost, ha destinato all'ospedale pediatrico, vero e proprio centro di eccellenza italiano per la cura dei bambini. La donazione è stata effettuata all'Aeroporto Galilei dove Eddie Wilson, direttore del personale di Ryanair, ha consegnato ad Alessandro Benedetti, Segretario della Fondazione dell'ospedale pediatrico Meyer l'assegno da 10mila euro.

"Il Meyer - ha spiegato Eddie Wilson - è una delle tante realtà europee che riceve sostegno dai gratta e vinci Ryanair. Sosteniamo questa fondazione da 4 anni per il forte legame che ha con il territorio toscano e per quello che fa per aiutare i bambini affetti da patologie gravi, e sicuramente continueremo a sostenerla anche in futuro". Soddisfazione anche da parte del presidente della Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer, Gianpaolo Donzelli. "Non possiamo che essere grati a Ryanair - ha detto Donzelli. Grazie a gesti come questi possiamo sostenere e aiutare centinaia di bambini e bambine affetti da gravi patologie".

La visita di stamani è stata però anche l'occasione per tornare a parlare della fusione tra l'aeroporto di Pisa e quello di Firenze. "Una fusione - ha detto Eddy Wilson - che non cambia le nostre strategie aziendali. Proprio ieri abbiamo festeggiato i dieci anni di presenza della nostra compagnia a Pisa: un rapporto diventato ormai stabile e che sono sicuro continuerà a durare nel tempo. L'aeroporto di Firenze è un'opportunità, non una minaccia e la nostra storia aziendale dimostra che è possibile integrare scali anche molto vicini, come ad esempio quelli di Bergamo e Verona o quelli di Bari e Brindisi, facendo crescere il traffico su entrambi gli aeroporti".

Wilson ha poi parlato di voli intercontinentali, allontanando di fatto la possibilità di realizzare collegamenti transatlantici nel giro di pochi anni. "Al momento - ha affermato Wilson -  i voli di lungo raggio non rientrano tra le nostre priorità. Il nostro primo obiettivo è quello di continuare a investire su quello che è il nostro 'core business', cioè le tratte europee low cost: da questo punto di vista stiamo migliorando i servizi offerti al cliente, tanto che oggi è ormai sempre meno evidente la differenza tra un volo low cost e un volo delle alte compagnie nazionali. In ogni caso - ha concluso Wilson - se dovessimo decidere di puntare sui voli transatlantici lo faremo non come Ryanair, ma con una compagnia gemella".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Galilei: Ryanair dona 10 mila euro al Meyer di Firenze

PisaToday è in caricamento