Cronaca

Salone dello Studente: 18mila ragazzi cercano la loro strada al Palazzo dei Congressi

A Pisa il grande evento di orientamento. In visita anche la viceministro dell'istruzione Anna Ascani

Sono 18mila gli studenti, provenienti da tutte le province toscane, che tra oggi e domani affolleranno gli stand del Salone dello Studente Campus Orienta, ospitato al Palazzo dei Congressi di Pisa. Ragazzi del quarto e quinto anno di scuola superiore alla ricerca di informazioni utili e mirate per cominciare a dare forma al proprio futuro dopo la maturità. L'appuntamento toscano, per il secondo anno consecutivo a Pisa, ma con un’esperienza più che ventennale sul territorio, offre oltre 100 proposte tra incontri di orientamento, presentazioni di offerte formative, focus sulle professioni, seminari e workshop di studio e lavoro. Per orientarsi e trovare la propria direzione.

Oggi il Salone ha ricevuto una visita d’eccezione: Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione. La rappresentante del governo ha camminato tra gli stand, in mezzo agli studenti che si accalcavano agli sportelli informativi e nelle aule dedicate agli incontri. "Ragazzi, c’è un posto nella società che è il vostro, soltanto il vostro - ha detto  rivolgendosi poi alla platea di giovani - come raggiungerlo? Sfruttando al meglio le manifestazioni dedicate all’orientamento, come il Salone dello Studente. Nel nostro Paese, purtroppo, ancora 15 ragazzi su 100 non arrivano alla laurea. In gran parte per mancanza di orientamento, un aspetto fondamentale che va potenziato nelle scuole. Eventi come questo servono a orientarsi sulla scelta post diploma, ma anche a capire come si muove il mondo del lavoro. Rispetto al quale, posso darvi un consiglio? Non adattate il vostro talento a quello che c’è già, ma seguite la vostra inclinazione, sarà questa passione che vi porterà a eccellere nel campo che avrete scelto".

Un consiglio questo risuonato anche nelle parole di Domenico Ioppolo, Chief Operating Officer del Salone dello Studente, che ha incitato i ragazzi a informarsi per formarsi: "Vivete già adesso e poi lavorerete in un mondo senza barriere, globale e dovrete essere attrezzati per affrontarlo. Anche perché, siatene certi fin da ora, qualunque lavoro inizierete a fare, lo cambierete… una grande percentuale di professioni ancora non esiste, ma sarete proprio voi a svolgerle".

E anche l’intervento di Rossano Massai, prorettore con delega all’orientamento dell’Università di Pisa, ha contribuito a rafforzare questo panorama: "Assistiamo a una forte tendenza alla dinamicità delle professioni, il sistema universitario e post diploma deve adeguarsi a questa realtà. Una ricerca recente ci dice che nei prossimi 10 anni ci sarà un aumento pari a 28 miliardi di ore di lavoro, la maggior parte intellettuale. E una laurea offre opportunità notevolmente superiori a chi si ferma al diploma".

Il viceministro Anna Ascani si è fermata anche a salutare i volontari del Servizio Civile Nazionale, presenti al Salone dello Studente toscano con più di 40 persone tra volontari e selettori di enti, dichiarandosi disponibile a far conoscere le opportunità offerte dal Servizio civile nelle scuole. "Parole per noi molto importanti" ha commentato Roberto Andreani, del dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Salone di Pisa è stato anche il palcoscenico per lanciare la partnership del Salone dello Studente con l’Istituto Modartech di Pontedera: il 13 marzo 2020 si terrà infatti il Creative Day (#creativeday). Un appuntamento tutto dedicato ai giovani per conoscere la genesi dei processi creativi dall’idea alla realizzazione, incontrando aziende e professionisti dei settori di design, moda e comunicazione. "Sarà una giornata nella quale i ragazzi potranno toccare con mano come nasce, cresce e si sviluppa un progetto creativo - ha detto Alessandro Bertini, direttore generale di Modartech - gli studenti potranno conoscere docenti, professionisti e imprese che saranno protagonisti della loro formazione. E lo facciamo a Pontedera che sta sviluppando grandi potenzialità per diventare, anche grazie alla presenza del Museo Piaggio, un polo specializzato in grafica, moda e design".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone dello Studente: 18mila ragazzi cercano la loro strada al Palazzo dei Congressi

PisaToday è in caricamento