rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Il prefetto Castaldo lascia Pisa: "Onorato di aver lavorato qui"

Andrà a ricoprire l'incarico di prefetto a Caserta. Il saluto alle istituzioni, agli operatori sanitari e alle forze dell'ordine

E' tempo di saluti per il prefetto Giuseppe Castaldo che lascia la provincia di Pisa per iniziare una nuova esperienza a Caserta dove ricoprirà anche l’incarico di Commissario straordinario del Governo per l’area del Comune di Castel Volturno.
"Sono onorato di aver lavorato nel territorio pisano, pieno di storia e di tradizioni, dotato di un patrimonio culturale e architettonico unico e ricco di eccellenze, che fioriscono anche grazie alla grande capacità di attrazione di talenti, con le sue Università, strutture mediche e centri di ricerca di importanza nazionale - sottolinea il dottor Castaldo - nonostante i momenti difficili legati alla pandemia, ho avuto modo di toccare con mano le energie positive e la voglia di fare che anima gli attori di questa splendida terra, nella quale le istituzioni, le forze politiche e sociali e i cittadini remano animati da un sentimento comune: il rilancio del territorio per una crescita collettiva condivisa. L’unanime promozione di questi valori ci ha portato a conseguire, anche recentemente, significativi traguardi nel campo della legalità e del rilancio economico nonché nella realizzazione di eventi molto importanti, come la recente visita del Capo dello Stato per l’inaugurazione dell’anno accademico 2021/2022 dell’Università di Pisa e l’evento GiovaniSì organizzato dalla Regione Toscana".

"Grazie all’interazione tra Forze dell’ordine, amministrazioni comunali, rete associativa e cittadini, sono state sviluppate strategie di intervento multilivello e modelli di sicurezza partecipata con l’obiettivo di consolidare una serena vivibilità degli spazi urbani - prosegue Castaldo - la grave crisi sanitaria ed economica ha rimarcato il valore e la professionalità dei tanti operatori sanitari e del mondo del volontariato, a cui desidero far giungere il mio saluto e l’apprezzamento per il lavoro che continuano a svolgere quotidianamente, ma anche la capacità di resilienza delle categorie economiche e produttive a cui auguro i più ampi spazi di crescita e prosperità. Un ringraziamento particolare lo rivolgo ai parlamentari, agli amministratori regionali e locali per aver manifestato in questi anni una costante disponibilità alla dialettica e al confronto, e dei quali ho apprezzato la serietà e l’impegno nel perseguire gli interessi generali della collettività. La sinergia con i primi cittadini, a cui ho inviato il mio ringraziamento con una lettera, è stata un punto di forza essenziale per arginare la recrudescenza del contagio e assicurare la tenuta della coesione sociale anche evitando diseguaglianze e disomogeneità nell’applicazione delle misure adottate".

"Rinnovo il mio ringraziamento alle donne e agli uomini delle Forze armate, delle Forze di polizia e dei Vigili del fuoco, che ho incontrato oggi (ieri, ndr) presso i rispettivi Comandi, per l’impegno e l’abnegazione con cui svolgono quotidianamente i loro compiti garantendo la sicurezza e la libertà dei cittadini - aggiunge il prefetto - voglio poi ringraziare il Procuratore della Repubblica per la sintonia istituzionale che ha dato vita ad importanti iniziative sul piano della prevenzione generale dei reati mosse da una analisi congiunta e accurata dei fenomeni. Esprimo, inoltre, la mia gratitudine agli organi di stampa, con i quali franco e leale è stato il rapporto e a cui riconosco di aver esercitato una costante azione di stimolo su temi di particolare rilevanza per la comunità locale, dimostrando una sensibile attenzione verso le esigenze di garanzia dell’informazione ai cittadini".

"Un saluto ai tanti che hanno voluto onorarmi della loro disponibilità, gentilezza e vicinanza; un pensiero particolare al personale della Prefettura, professionalmente di grande livello oltre che animato da un forte senso di appartenenza - conclude il dottor Castaldo - a tutti giunga l’augurio di serenità e prosperità nella certezza che questa provincia sarà capace sempre più di trovare al proprio interno le intelligenze, le professionalità e le risorse per assicurarsi il benessere e lo sviluppo che merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto Castaldo lascia Pisa: "Onorato di aver lavorato qui"

PisaToday è in caricamento