Cronaca Via XX Settembre San Giuliano Terme

Il sindaco Filippeschi saluta monsignor Corallini, parroco di Santa Caterina

Il primo cittadino gli ha consegnato una medaglia con l'incisione di Palazzo Gambacorti, simbolo civile della città. Il religioso ha ricambiato donando un volume da lui scritto

Un piccolo viaggio a ritroso nel tempo, fino a quei giorni del ’44 in cui i bombardamenti segnarono in modo profondo anche Piazza Santa Caterina. Lo ha compiuto questa mattina, nel corso dell’incontro a Palazzo Gambacorti con il sindaco Marco Filippeschi, monsignor Guido Corallini, 94 anni, nato in via Carducci e vera e propria 'memoria storica' di quella bellissima parte di città dato che è stato parroco della chiesa omonima dal 1945 fino all’inizio di febbraio: "Avete presente il palazzo moderno che ospita attualmente l’ufficio postale? E’ stato ricostruito dopo la guerra perchè quello originario, che era molto più basso, fu centrato in pieno da una delle tante bombe piovute sulla città" ha ricordato, fra l’altro nel corso dell’incontro, l’anziano sacerdote, che ha formalmente lasciato la responsabilità pastorale della comunità parrocchiale lo scorso 3 febbraio durante una celebrazione molto partecipata e presieduta dall’arcivescovo monsignor Benotto, nella quale ha passato il testimone al rettore del seminario don Roberto Filippini e al suo 'vice' don Francesco Bachi, dato che l’istituto diocesano riassumerà la guida pastorale della comunità parrocchiale.

"La ringrazio davvero di cuore per ciò che ha dato alla nostra comunità in tanti anni di servizio pastorale ma anche come insegnante di generazioni di pisani" ha detto il primo cittadino prima di consegnare all’anziano sacerdote, fino all’inizio degli anni ’80 anche docente di lettere all’Istituto parificato di Santa Caterina, una medaglia con l’incisione di Palazzo Gambacorti, simbolo civile della città. Che il religioso  ha ricambiato donando a Filippeschi il volume da lui stesso scritto e dedicato alla ricostruzione dei quasi otto secoli di storia della Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria dove, comunque, monsignor Corallini, nominato parroco emerito, continuerà ad abitare anche per i prossimi anni.

Nella sua visita a Palazzo Gambacorti l’anziano sacerdote è stato accompagnato dal rettore del seminario monsignor Roberto Filippini e da tre giovani seminaristi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Filippeschi saluta monsignor Corallini, parroco di Santa Caterina

PisaToday è in caricamento