rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Salvatore Rossi nuovo Presidente dell'Associazione degli Amici della Normale

Subentra nell'incarico al Presidente uscente Giuliano Amato, in carica da 7 anni

L’Associazione degli Amici della Scuola Normale Superiore di Pisa, nel corso dell’assemblea annuale che si è svolta in video collegamento, ha nominato come nuovo Presidente per il prossimo triennio l’economista Salvatore Rossi.

Già Direttore Generale di Banca d’Italia e attuale Presidente di Telecom Italia, Rossi subentra a Giuliano Amato, Presidente della Corte Costituzionale e in carica come Presidente dell’Associazione degli Amici della Scuola Normale Superiore di Pisa dal settembre 2015. Alla riunione erano presenti Rossi, Amato, gli altri componenti del Comitato Direttivo e i soci dell’Associazione (Banca d’Italia, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, UniCredit, Fondazione Pisa e Allianz). Tra i nuovi membri proprio del Comitato Direttivo è stata nominata Alessandra Nardini, Assessora della Regione Toscana all’Istruzione, formazione professionale, università e ricerca.

L’Associazione degli Amici della Scuola Normale Superiore di Pisa è una libera associazione fra enti e aziende che ha l’obiettivo di contribuire economicamente alle attività della Scuola Normale. Durante la riunione sono state presentate le attività svolte e quelle in corso; fra quelle maggiormente rilevanti, si ricorda l’attività di fundraising svolta dall’Associazione per finanziare in maniera rilevante le attività della Scuola Normale: fra queste, lo sviluppo delle attività didattiche e di ricerca dell’Istituto Ciampi, il centro interdisciplinare che ha sede a Firenze a Palazzo Strozzi (per circa 700mila euro in cinque anni,  versati anche da altre istituzioni come Iccrea Banca, Fondazione Deutsche Bank e Federazione Toscana delle Bcc), e le iniziative svolte in ambito Sar (Scholars At Risk), la rete internazionale di università in cui è attiva la Scuola Normale e che opera per sviluppare e realizzare progetti di protezione nei confronti di studiosi stranieri in pericolo nei loro paesi di origine e di promuovere forme di advocacy e formazione sul tema della libertà accademica. Sono state anche ribadite le linee di impegno e di attività dell’Associazione proposte dal Direttore della Scuola Normale, Prof. Luigi Ambrosio.

"Lascio con rammarico, perché c’è sempre rammarico quando si lascia una cosa buona - ha dichiarato Amato - ma con la soddisfazione di aver contribuito in questi anni, attraverso l’Associazione degli Amici della Scuola Normale, alla costituzione della Cattedra Ciampi e, intorno ad essa, alla creazione dell’Istituto Ciampi, oltre alle tante altre cose che l’Associazione ha fatto al servizio della Scuola. Ciò è di buon auspicio per il futuro dell’Associazione che giustamente, dopo ben sette anni di presidenza, non toccherà più a me e che si avvarrà del lavoro di sicuro ottimo del mio successore".

Il Prof. Luigi Ambrosio ha aggiunto: "Sia negli anni antecedenti il mio mandato che in questi intensi e impegnativi ultimi tre anni il supporto dell’Associazione degli Amici e in particolare del suo Presidente Giuliano Amato sono stati decisivi, non solo sul piano del supporto finanziario. La riunione di oggi è stata un’occasione per ripensare le attività dell’Associazione, nell’ottica non solo del funding, ma anche delle attività di formazione, terza missione e placement. Sono molto grato a Salvatore Rossi per aver accettato di affiancare la Scuola nel suo percorso, sicuro che la sua esperienza e la sua progettualità ci saranno di grande aiuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvatore Rossi nuovo Presidente dell'Associazione degli Amici della Normale

PisaToday è in caricamento