#Salviamoladanza: flash mob in Piazza Vittorio Emanuele II

Manifestazione delle scuole di danza nel pomeriggio di sabato contro la chiusura disposta dal Governo nel contesto dell'emergenza Coronavirus

Foto da Facebook DanzAria Scuola di Danza e Cultura

Si è svolta anche a Pisa, ieri 31 ottobre, la manifestazione #salviamoladanza con un flash mob che si è tenuto nel pomeriggio in Piazza Vittorio Emanuele II. Le scuole di danza si sono unite sull'onda delle mobilitazioni di protesta legate alle chiusure, in particolare nel settore cultura. L'azione riprende quanto manifestanto in altre 16 piazze italiane il 30 ottobre, come annunciato da AssoDanza: "Cessare l’attività delle Scuole di Danza vuol dire affamare migliaia di lavoratori, e con essi le loro famiglie. Con la chiusura delle scuole di danza si interrompe la filiera dello spettacolo, innestando una implosione che coinvolge i teatri e le loro maestranze, i professionisti del settore audiovisivo, e tutte le aziende e gli esercizi commerciali che vivono dell'indotto del settore coreutico".

I problemi sono quelli ormai noti: "I debiti assunti da tutte le scuole di danza dalla riapertura dello scorso maggio ad oggi per ottemperare agli obblighi delle normative vigenti sono stati poderosi. Con la recente chiusura questo peso è diventato insostenibile" avverte AssoDanza. 

A dare risalto al flash mob è stato lo stesso assessore alla cultura di Pisa Pierpaolo Magnani, che in una diretta Facebook sul suo profilo ha appoggiato la mobilitazione: "Le scuole di danza, senza distinzioni e come categoria, rappresentano il proprio disagio in questa situazione. Io personalmente condivido, da amministratore e da ex danzatore, testimone di quanto la danza oltre che una disciplina sportiva è una disciplina per lo spirito, che fa bene a chi la pratica, fin da bambini". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento