Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

San Frediano a Settimo: I mobili della scuola nella hall of fame del design italiano

La Flowerssori inserita nella selezione 2013 per il Compasso d’Oro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Gli arredi del nuovo asilo nido di San Frediano sono stati inseriti nella prestigiosa Adi Design Index 2013, la pubblicazione annuale dell’Associazione per il disegno industriale che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione e selezionato dall’Osservatorio permanente del design. La selezione comprende prodotti o sistemi di prodotto di ogni merceologia, ricerche teorico-critiche, ricerche di processo o d’impresa applicate al design.

Ecco quindi che accanto a alla nuova Ferrari F12 Berlinetta, accanto alla lampada Aplomb della Foscarini, alla Ducati Hypermotard Sp, alla bottiglia biologica dell’acqua Sant’Anna, trova il suo spazio anche la Flowerssori, la linea di mobili specificatamente creata per le scuole montessoriane da due architetti che operano e lavorano a Pisa, Hans Kruger Goffi e Angelica Meucci, della Flowerssori srl, una start up che ha la propria sede presso la casa natale di Galileo Galilei, in via Giusti a Pisa.

«La scuola di San Frediano è una scuola speciale e aveva bisogno di arredi speciali –ha detto Alessio Antonelli, sindaco di Cascina, alla conferenza stampa che si è tenuta in proposito stamani (lunedì 28 ottobre 2013) in municipio- se una scuola consuma tanta energia quanto quella di uno spazzolino da denti, occorre anche che i suoi arredi siano della stessa filosofia. Da qui la scelta di puntare alla qualità, su prodotti ecocompatibili con il mobili Flowerssori. Siamo stato da questo punto di vista, lungimiranti: abbiamo capito che in quei mobili di legno ondulato vi era un quid in più, che poi è stato riconosciuto dalla massima autorità in materia di design. E questo non può che farci piacere e farci procedere con ancor più convinzione sulla strada che abbiamo intrapreso».

«La nostra linea di mobili è stata selezionata anche per il premio Grand Design Etico e dal prossimo giugno avremo anche la possibilità di aprire un nostro showroom a Shangai, in Cina, perché anche le autorità di quel paese si stanno interessando ai nostri prodotti» ha anticipato Hans Kruger Goffi.

«La linea Flowerssori è frutto di una tecnologia molto avanzata –ha spiegato Angelica Meucci- si tratta di mobili curvati in legno derullato in un'unica sfoglia e i nostri fornitori sono gli stessi della Thun, della Frau»      

L'Associazione per il disegno industriale riunisce dal 1956 progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione. E' protagonista dello sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico.

Il suo scopo è promuovere e contribuire ad attuare, senza fini di lucro, le condizioni piu appropriate per la progettazione di beni e servizi, attraverso il dibattito culturale, l'intervento presso le istituzioni, la fornitura di servizi.

Per l'ADI il design è la progettazione culturalmente consapevole, l'interfaccia tra la domanda individuale e collettiva della società e l'offerta dei produttori.

Interviene nella progettazione di prodotti, servizi, comunicazione visiva, imballaggio, architettura d'interni, e nella progettazione ambientale.

Il design è un sistema che mette in rapporto la produzione con gli utenti occupandosi di ricerca, di innovazione e di ingegnerizzazione, per dare funzionalità, valore sociale, significato culturale ai beni e ai servizi distribuiti sul mercato.

Possiede e gestisce dal 1962 il Premio Compasso d'Oro, il piu antico riconoscimento d'Europa nel settore del design. La Fondazione ADI Collezione Compasso d'Oro raccoglie gli oggetti premiati nelle diverse edizioni del premio e la relativa documentazione, ne cura la conservazione, promuove ricerche storiche e mostre di approfondimento.

Flowerssori è una linea di mobili specificatamente sviluppata per le scuole montessoriane dagli architetti Hans Kruger Goffi e Angelica Meucci. I mobili della collezione Flowerssori non nascono come mera riproduzione in scala di modelli “per i grandi”, ma come oggetti specificatamente concepiti e disegnati per i bambini, tenendo contro delle loro specificità in termini di ergonomia e sensibilità sensoriale e cognitiva. Avendo proporzioni commisurate a utenti in crescita, tutti i mobili della collezione sono realizzati in varie grandezze, ideali per diverse fasi di età. Accomunati da forme morbide e flessuose, sono realizzati in legno di frassino derullato in un’unica sfoglia; la superficie superiore di ogni elemento è rifinita da una sfoglia di frassino chiaro, caratterizzato da sfumature che vanno dall'oro all’argento, mentre quella inferiore è caratterizzata da una sfumatura olivata. Quest’alternanza, pensata perché il bambino interpreti con immediatezza il concetto di “dentro” e “fuori”, non è ricreata artificialmente ma è una sfumatura legata alla profondità del processo di derullamento del legno. Innovativo anche il sistema d’impilaggio, tanto da essere oggetto di brevetto: risolve in modo efficace il problema dell’accatastamento delle sedie ed è di per sé un elemento di gioco per i bambini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Frediano a Settimo: I mobili della scuola nella hall of fame del design italiano

PisaToday è in caricamento