San Giuliano Terme: affidati a Geste lo sportello rifiuti e altri servizi del settore ambiente

Oltre allo sportello coprirà la futura gestione delle due elettrocompostiere comunali e al monitoraggio annuale dei composter domestici. Si parte il 1° settembre

Geste, la società in house del Comune di San Giuliano Terme, gestirà lo sportello rifiuti e altri servizi del settore ambiente fino a dicembre. E' quanto stabilito da una delibera approvata dalla Giunta comunale lo scorso 21 luglio e da una successiva determina dirigenziale del 19 agosto.

Nel dettaglio, a Geste sono stati affidati i seguenti servizi al via il 1° settembre:

- Attivazione e gestione dello sportello rifiuti con funzioni di front-office e prima accoglienza dei cittadini in materia di rifiuti. Il personale sarà formato dall'ufficio rifiuti del Comune e sarà in grado di fornire informazioni base sul servizio, consegnare dotazioni aggiuntive di sacchi per la raccolta differenziata, mettere a disposizione dei cittadini la documentazione da compilare per inoltrare richieste di carattere tecnico e fissare appuntamenti con il personale tecnico dell'ufficio rifiuti. Si precisa che le segnalazioni restano in carico a Geofor.

- Gestione degli adempimenti amministrativi preliminari e conseguenti le attività di monitoraggio annuale dei composter domestici forniti in comodato d'uso gratuito alle utenze domestiche. L'inoltro dei dati e delle elaborazioni verso la Regione Toscana resta a carico dell'ufficio rifiuti del Comune.

In prospettiva, è stato poi affidata alla società in house del Comune anche la futura gestione operativa delle due elettrocompostiere installate al centro preparazione pasti di San Martino a Ulmiano e al lago ovest della frazione di Campo. Il servizio verrà avviato a valle della messa a regime delle apparecchiature, installate grazie a un finanziamento regionale.

"Affidando questi servizi alla nostra società in house Geste, potremo tornare a garantire una migliore qualità nella comunicazione in materia di rifiuti e nell'erogazione dei servizi al cittadino - fa sapere l'assessore all'ambiente Daniela Vanni - questo permetterà peraltro ai tecnici comunali di poter dedicare più tempo ed energie al monitoraggio e controllo del servizio erogato da Geofor, che negli ultimi mesi ha mostrato non poche criticità: confidiamo che, potendo garantire una maggiore pressione e attenzione sul gestore della raccolta, anche la frequenza dei disservizi tornerà a ridursi ai livelli pre Covid-19. Grazie alla collaborazione dei cittadini sangiulianesi, nell'ultimo triennio la nostra percentuale di rifiuti differenziati ha superato la soglia del 77%: un ottimo risultato. E non possiamo permettere che l'incremento dei disservizi porti a una riduzione della fiducia della comunità in un sistema così virtuoso".

"Verso lo sportello - prosegue l'assessore - verranno convogliate tutte le richieste dei cittadini in materia di rifiuti, nonché le segnalazioni che giungono al Comune dai vari canali di comunicazione (l'app ComuniCare, le email e le telefonate): le richieste verranno poi smistate, se necessario, verso Geofor o verso l'ufficio rifiuti comunale (laddove serva un contributo tecnico per chiudere le pratiche). A Geofor restano comunque in capo le segnalazioni relative ai disservizi, quelle quindi di propria competenza. Confidiamo che così sia possibile garantire una maggior efficienza e rapidità di risposta nel risolvere le problematiche evidenziate dagli utenti. Per quanto riguarda le due elettrocompostiere, a causa del Covid-19 i tempi di messa a regime si sono dilatati di alcuni mesi, ma gli uffici comunali stanno lavorando per recuperare questo ritardo e partire prima possibile: intanto, con questi atti, abbiamo predisposto tutto affinché, appena pronti a partire, anche gli aspetti gestionali siano già operativi. Queste due macchine rappresentano un progetto pilota che guarda avanti e si pone l'obiettivo di arrivare a una sostanziale autonomia nella gestione in sito del rifiuto organico. Siamo consapevoli che il rifiuto di mense e cucine sia infatti un rifiuto prettamente moderno: un tempo il materiale residuo delle cucine veniva valorizzato come alimentazione per gli animali o nelle concimaie, oggi è diventato un costo e questa condizione è in netto contrasto con le ambizioni di sostenibilità che la nostra società sta riscoprendo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con questo progetto pilota - conclude Vanni - noi guardiamo al passato ma con occhi moderni: grazie a questi micro-impianti tratteremo il rifiuto in loco, azzerando così i costi (economici e ambientali) per il suo trasporto verso impianti industriali di trattamento, e trasformando il rifiuto in compost utile a incrementare la fertilità dei suoli del nostro territorio. E' un perfetto esempio di come l'economia circolare possa diventare parte del nostro quotidiano, facendoci fare un altro passo verso la sostenibilità attraverso la raccolta differenziata di qualità e un servizio più efficiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Caccia al cinghiale estesa oltre i confini ordinari

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento