Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

San Giuliano Terme: si inaugurano gli orti gratuiti per la cittadinanza

Ogni cittadino potrà fare richiesta di assegnazione, al momento sono 20 piazzole da 20 metri quadrati, 10 di esse sono già state assegnate

Immagine di archivio

Mille metri quadrati in via di Pescina, a 300 metri dal semaforo di Pappiana, potranno essere coltivati da chiunque ne faccia richiesta, con poche e semplici regole da rispettare. Si inaugurano questo sabato 16 aprile alle ore 17 i primi terreni messi a disposizione della cittadinanza, grazie all'impegno dell'associazione Orti Pisani onlus e del Comune di San Giuliano Terme.

"Nella nostra provincia così come in tutta Italia - dice Giuliano Meini di Orti Pisani - ci sono innumerevoli campi di proprietà privata che rimangono incolti. A volte si tratta di terreni ereditati dai nonni, a volte semplicemente non si ha la forza di rendere tali campi produttivi". Coltivare, così come tenere un campo pulito, costa soldi e soprattutto fatica.

"Qualche mese fa - racconta Giuliano Raglianti, proprietario del terreno che verrà inaugurato sabato e, tra le altre cose, segretario del Gruppo Micologico Pisano - sono venuto a sapere che il Comune di San Giuliano voleva allinearsi con il progetto della Regione Toscana per la coltivazione degli orti. Siccome ho un po' esaurito le forze visto che mi avvicino agli ottanta ho chiesto al vicesindaco Franco Marchetti quali fossero le associazioni del territorio che potevano aiutarmi con questo campo".

Si è avviata così la collaborazione con l'associazione Orti Pisani, che insieme al progetto agricolo per l'integrazione dei migranti ha reso disponibili queste prime 20 preselle di 20 metri quadrati ciascuna per tutti i cittadini. "Dieci preselle sono già state assegnate - spiega Meini - mentre altre dieci sono in attesa di assegnazione". Gli orti che sono stati ritagliati all'interno del più vasto terreno di Raglianti, sono sono state create panchine, bracieri e spazi per i bambini. Scopo del progetto è quello di creare momenti di convivialità tra gli assegnatari degli orti, che sono spesso costituiti da giovani coppie con figli.

Tutti gli assegnatari delle preselle hanno fatto un corso gratuito per imparare la fitodepurazione, la coltivazione del pomodoro, delle erbe aromatiche e altro ancora. "Per poter avere un orto gratuito a disposizione - spiega ancora Meini - è sufficiente osservare poche semplici regole: rispettare le relazioni umane, essere soci di Orti Pisani con una quota annuale di 10 euro, seguire il corso gratuito che organizziamo ed attenersi strettamente alla coltivazione in regime biologico".

Nel frattempo altri privati stanno aderendo al progetto e probabilmente a breve verranno messi a disposizione altri 800-1000 metri quadrati di terreno in località Patrignone, vicino a Molina di Quosa. Per informazioni: g.meini@ortipisani.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano Terme: si inaugurano gli orti gratuiti per la cittadinanza

PisaToday è in caricamento