Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

San Miniato: terzo Accordo di Programma sulla difesa idraulica dell’Egola

Otto progetti per la messa in sicurezza di Corazzano, La Serra e Ponte a Egola: finanziamento di circa € 2.000.000,00

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il territorio comunale di San Miniato è particolarmente interessato da dissesti idrogeologici: circa il 90% è a rischio, considerando le problematiche legate alle alluvioni ed ai dissesti geomorfolgici quali frane e smottamenti.

Le cause sono da ricondurre a diversi fattori quali quelli legati ai cambiamenti climatici, all’assetto geologico-geomorfologico del nostro territorio ed alla forte antropizzazione che si è avuta negli ultimi decenni. A questo si deve aggiungere anche l’abbandono e l’incuria dei territori aperti e quindi la perdita di quelle opere di regimazione delle acque e di manutenzione che caratterizzavano il nostro territorio fino a metà del secolo scorso.

Le intense piogge, spesso circoscritte a eventi temporali piuttosto brevi, sono le principali cause scatenanti dell’ingrossamento repentino dei corsi d’acqua, che a loro volta riversano spesso grandi quantità di acqua nelle zone abitate.

La presenza di fiumi importanti quali l’Arno, l’Elsa e l’Egola, fa sì che il nostro territorio si trovi sempre più spesso in condizioni di allerta e di pericolo.

Negli ultimi inverni si è assistito a criticità importanti anche sul reticolo idrografico minore.

“L’Amministrazione, ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Mariateresa Piampiani, ha da sempre posto al centro delle proprie politiche di governo tali priorità, provvedendo da un lato alla percezione, all’approfondimento e all’ individuazione delle tematiche e problematiche, dall’altro alla costituzione di momenti e tavoli operativi con Enti, Istituzioni e soggetti sovraordinati, attraverso i quali dare attuazione a quegli interventi volti a mitigare le maggiori situazioni di rischio. Per tali motivi le politiche territoriali del Comune di San Miniato hanno permesso di limitare i fenomeni alluvionali dell’Egola e dell’Arno nonchè del reticolo idraulico minore, operando in questo caso insieme al Consorzio di Bonifica Val d’Era; analogamente si è cercato anche di intervenire sui fenomeni di dissesto geologico in modo particolare del centro storico che, per la sua fragilità, è stato soggetto a frane anche recenti”.

“Il Comune di San Miniato, ha aggiunto il sindaco Vittorio Gabbanini, per la sua alta vulnerabilità ai rischi idrogeologici ha messo in atto azioni politiche che lo hanno visto soggetto attuatore, con le proprie strutture tecniche ed organizzative, di iniziative e di interventi mitiganti tali rischi. Le forme attivate che hanno permesso tutto ciò sono state: da un lato i Protocolli d’Intesa, con i quali ciascun Ente firmatario, condividendo finalità ed obbiettivi, si impegnava per l’individuazione della soluzione, dall’altro attraverso Accordi di Programma Quadro con i quali veniva individuato l’intervento, dove ciascun soggetto era chiamato a contribuire per la sua concreta realizzazione”.

Durante la conferenza stampa è stato presentato il Terzo Accordo di Programma, sottoscritto il 26 marzo 2013, approvato con il Decreto n° 60 del 05 aprile 2013 pubblicato sul BURT n° 16 del 17.04.2013 con questo cronoprogramma:

  1. Rifacimento del Ponte sulla strada Tosco Romagnola in località Ponte a Egola per complessivi € 970.000,00. 
  2. Completamento argine in località Corazzano per complessivi € 140.000,00.
  3. Manutenzione di varie opere su tratti dell’Egola (sistemazione spondale a valle di Corazzano) per complessivi € 27.433,63.

Nel medesimo Accordo di Programma, sono previste ulteriori risorse per circa 865.000,00 per la realizzazione di ulteriori interventi:

  1. Messa in sicurezza località La Serra per un importo di € 457.000,00.
  2. Risagomatura e ricarico arginale in località Ponte a Egola per un importo di € 235.000,00.
  3. Protezione spondale a valle della Cassa Palagio per un importo di € 51.000,00.
  4. Sistemazione e protezione spondale località Genovini per un importo di € 40.000,00.
  5. Protezione spondale a valle della Cassa Fornacino e sistemazione rete di drenaggio a Corazzano per un importo di € 82.000,00.

Gli interventi così individuati rispondono ad una serie di emergenze idrogeologiche importanti sul nostro territorio:

  1. Ponte sulla strada Tosco Romagnola in località Ponte a Egola - questo intervento è necessario per scongiurare le alluvioni nel centro abitato. Il nuovo ponte sarà realizzato in modo da consentire il passaggio di un volume di acqua corrispondente ad una piena con tempi di ritorno di duecento anni, quindi con una probabilità molto bassa che ciò avvenga. Inoltre vengono eliminate le aree a pericolosità elevata e molto elevata e quindi le condizioni per le nuove costruzioni saranno notevolmente migliorate, rendendo quindi sostenibile senza particolari prescrizioni la realizzazione di nuovi edifici.
  2. Completamento argine in località Corazzano - questo intervento metterà in sicurezza le aree adiacenti all’Egola nel tratto che attraversa la frazione di Corazzano in corrispondenza dell’abitato.  
  3. Manutenzione di varie opere su tratti dell’Egola - questa è un opera che va a completare interventi precedenti, eliminando così l’erosione delle sponde del corso d’acqua.
  4. Messa in sicurezza della località La Serra – l’intervento andrà a sistemare una delle situazioni più critiche del territorio comunale, perchè è finalizzato a scongiurare le alluvioni della strada provinciale via La Serra, evento che si presenta a cadenza annuale o semestrale. Inoltre porterà un beneficio anche al torrente Enzi che nell’ultimo anno ha contribuito ad acuire la criticità dell’Egola.
  5. Risagomatura e ricarico arginale in località Ponte a Egola.
  6. Protezione spondale a valle della Cassa Palagio.
  7. Sistemazione e protezione spondale località Genovini.
  8. Protezione spondale a valle della Cassa Fornacino e sistemazione della rete di drenaggio a Corazzano - questi ultimi quattro interventi sono finalizzati alla riduzione dell’azione erosiva dell’Egola in terreni agricoli, riducendo quindi i danni a colture di diverse aziende agricole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato: terzo Accordo di Programma sulla difesa idraulica dell’Egola

PisaToday è in caricamento