Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca San Rossore

San Rossore, arriva il circo: educazione e divertimento per tutte le età

CIRCOnvegno e Circo in Piazza sono le iniziative che illustreranno le potenzialità educative delle attività circensi. Sabato 29 marzo il convegno per gli operatori, domenica 30 la festa all'Ippodromo con le scuole di circo toscane

Il Comitato Provinciale Uisp di Pisa, con il contributo del Comune e in collaborazione con la scuola di circo "Chez nous... le cirque!", ha promosso una due giorni di iniziative per far conoscere anche a Pisa le attività circensi. Giocoleria, acrobatica, clownerie ed euilibrismo sono discipline che raccolgono un crescente numero di appassionati, rappresentando un nuovo sport particolarmente adatto ad unire gli aspetti ludici a quelli educativi e sociali.

Si parte sabato 29 marzo con il CIRCOnvegno, incontro rivolto agli operatori scolastici, sanitari, sociali e sportivi. Si terrà nella "Sala Gronchi" in località Cascine Vecchie, dalle 9.30 alle 18.30. Racconteranno la loro esperienza relatori da tutta Italia, fra cui Adolfo Rossomando, direttore artistico dell’associazione “Giocolieri e Dintorni”, Claudio Madia della “Piccola scuola di Circo” di Milano, Daniele Giangreco di “Anche noi circo” di Perugia, Ilaria Cerri clown-dottore di “Ridere per vivere Toscana onlus”. L'iscrizione è gratuita, ma da effettuarsi obbligatoriamente tramite il form del sito dell'iniziativa.

Domenica 30 marzo si terrà presso l'Ippodromo di San Rossore una grande festa aperta a tutti in occasione del raduno delle Scuole di Circo Uisp della Toscana. Ingresso libero a partire dalle 14 fino alle 18, fra spettacoli, acrobati, clowns e giocolieri. La manifestazione "Circo in Piazza" rientra nei festeggiamenti della Giornata Mondiale del Circo 2014. 

"Abbiamo l’occasione – commenta Cristiano Masi, presidente della scuola Chez nous le cirque – per promuovere l’attività circense come valida alternativa agli sport cosiddetti tradizionali. Sono un valido mezzo per lavorare sulla concentrazione, l’equilibrio, l’autostima, la non competitività ed il rispetto reciproco". Lorenzo Bani, presidente Comitato Provinciale Uisp: "Queste arti si presentano come attività sportiva dove ciascun soggetto, con le proprie differenze, è da riconoscere e valorizzare, e prime tra tutte sottolineano uno degli aspetti più importanti dello sport: il gioco".

Soddisfazione da parte del vicesindaco con delega al turismo Paolo Ghezzi: "Si tratta di una manifestazione importante che per un fine settimana farà di Pisa, e di San Rossore in particolare, una piccola capitale della arti circensi. E' un altro degli eventi che abbiamo deciso di sostenere tramite il bando per il supporto a progetti finalizzati a promuovere la città e il suo territorio in periodi di non alta stagione. Si conferma così il buon lavoro effettuato in fase di selezione delle proposte progettuali che ci sono pervenute".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Rossore, arriva il circo: educazione e divertimento per tutte le età

PisaToday è in caricamento