Cronaca Pontedera

Pontedera, sanità: bilancio positivo per l'assistenza di iniziativa sul diabete

Il team territoriale di medici ed operatori di Pontedera traccia un bilancio dei primi 30 mesi di lavoro: sensibili miglioramenti nella salute dei pazienti, circa metà della cittadina si rivolge all'assistenza mediana fra la medicina generale e l'ospedale

Risultati incoraggianti per la sanità di iniziativa a Pontedera. Il team territoriale formato da medici di medicina generale, infermieri di famiglia e operatori socio sanitari, ha riscontrato i primi risultati positivi nella salute dei pazienti affetti da diabete. Nei 30 mesi fin qui trascorsi su 765 pazienti presi in carico su 888 diagnosticati le attività di controllo messe in atto dal team territoriale hanno portato ad un miglioramento dei valori dell’emoglobina glicata (da 8,7% a 7,6%) e degli altri indicatori di processo come Ldl-colesterolo (da una media di 109.5 a poco più di 100 mg%) e della pressione arteriosa.

Il malato viene totalmente preso in carico, in modo integrato con gli specialisti, costruendo con lui un percorso personalizzato, più snello e meno burocratizzato. Con vantaggio anche per il Sistema Sanitario Nazionale grazie al minor numero dei ricoveri. Attraverso varie misure è possibile tenere controlli clinici costanti e trattamenti farmacologici ed educativi incisivi e puntuali per i pazienti. Un esempio è la figura del diabetologo territoriale: un anello di congiunzione tra la medicina generale ed il centro diabetologico dell’ospedale di Pontedera.

Il progetto ha una utenza di circa 12mila persone, quasi la metà degli abitanti della città, e coinvolge 9 medici di medicina generale: Roberto Bartaloni, Rossano Caglieri, Giorgio Ciampalini, Attilio Costagli, Cecilia Del Papa, Vanni Galloni, Leonardo Modesti, Simona Ponzone. Questo metodo di lavoro ha portato una parte sempre più crescente di popolazione ad essere informata sui corretti stili di vita e quindi a prevenire o ridurre le complicanze delle patologie croniche, dimostrando l'importanza di seguire percorsi condivisi capaci di sfruttare un'organizzazione più vicina al cittadino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, sanità: bilancio positivo per l'assistenza di iniziativa sul diabete

PisaToday è in caricamento