rotate-mobile
Cronaca

La Scuola Superiore Sant'Anna top giovane università d'Italia, la 20 al mondo

Lo dice l'ultima 'Young University Rankings 2022' di 'Times Higher Education'

La Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa si conferma una delle migliori giovani università al mondo. Il ranking appena diffuso da 'THE – Times Higher Education', Young University Rankings 2022, volto a valutare le performance degli atenei fondati da meno di 50 anni, le assegna la prima posizione in Italia, la settima in Europa e la quattordicesima a livello globale.

Rispetto al precedente ranking, è aumentato in maniera significativa il numero delle giovani università valutate a livello globale: nel 2021 erano 475, nel 2022 sono state 790. Le giovani università, sottolinea THE – Times Higher Education nel presentare questi risultati, sono caratterizzate da elevato potenziale di crescita e di sviluppo e, pertanto, conoscere il loro posizionamento appare di particolare interesse.  

A livello globale, il podio è suddiviso tra Europa e Asia, con il balzo in prima posizione di PSL Paris Sciences et Lettres (tra l’altro partner della Scuola Superiore Sant'Anna e della Scuola Normale Superiore per il network di università europee EELISA), la seconda della Nanyang Technological University di Singapore, la terza della Hong Kong University of Science and Technology. In generale, le università asiatiche confermano il loro ottimo piazzamento a livello mondiale. Per l’Italia sono presenti in classifica 17 istituzioni universitarie.       

Per compilare il ranking delle giovani università, THE – Times Higher Education ha utilizzato gli stessi parametri del ranking di carattere generale, che comprende le migliori università senza fare riferimento all’anno di fondazione o al dimensionamento. Parametri come la formazione, la ricerca (attraverso il numero e la rilevanza delle pubblicazioni e il relativo numero di citazioni), il trasferimento tecnologico, l’apertura internazionale, la reputazione, sulla quale si sono espressi accademici in tutto il mondo, sono stati ponderati per riflettere le "speciali caratteristiche delle istituzioni universitarie più giovani".

La Scuola Superiore Sant’Anna (che ha appena compiuto 35 anni: la legge istitutiva porta la data del 14 febbraio 1987) eccelle nel parametro 'Industrial Income', che comprende le attività di attività di trasferimento tecnologico e di 'terza missione' per le quali si classifica in seconda posizione al mondo, dopo la coreana Ulsan National Institute of Science and Technology. Ottima anche la valutazione della ricerca, riferita al numero delle citazioni per docente.

"La competizione continua a farsi più ardua a livello globale e direi anche europeo - ha commentato la rettrice Sabina Nuti - a dimostrazione di quanto sia complesso mantenere, nel tempo, posizioni di vertice. Le variazioni nel ranking mondiale, nel 2021 la Scuola Superiore Sant'Anna era settima al mondo, sono giustificate dal raddoppio del numero delle università entrate nella classifica e dal conseguente aumento della competitività che richiede un nostro continuo miglioramento. Rientrare tra le prime 20 giovani istituzioni universitarie al mondo, tra le prime 10 in Europa e confermare la prima posizione in Italia sono risultati ottenuti grazie all’impegno di tutte le componenti della Scuola Superiore Sant'Anna, grazie alla collaborazione con tutto il sistema universitario italiano e con il mondo delle imprese e delle istituzioni pubbliche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Scuola Superiore Sant'Anna top giovane università d'Italia, la 20 al mondo

PisaToday è in caricamento