rotate-mobile
Cronaca Pontedera

12mila tonnellate di scarti di pelli accatastate in capannoni tra Pontedera e Santa Maria a Monte

Le ipotesi al vaglio degli investigatori sono di traffico illecito di rifiuti e raccolta degli scarti senza autorizzazione

Operazioni di perquisizione e sequestro di materiali e siti oggetto di stoccaggio di rifiuti costituiti da scarti di lavorazione delle pelli effettuate a Santa Maria a Monte e Pontedera, lo scorso 17 febbraio, dal personale della Sezione di PG Aliquota Polizia Municipale presso la Procura del Tribunale di Firenze e del NIPAAF Carabinieri Forestale del Gruppo di Pisa, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze.
In particolare l'operazione ha portato al rinvenimento in quattro capannoni industriali di scarti di pelli definite wet blu, in pessimo stato di conservazione, tali da poter essere considerati rifiuti, così come evidenziato anche dal personale ARPAT intervenuto sul posto.

Le dodici pattuglie impegnate hanno sequestrato materiale per una quantità approssimativa di 12.000 tonnellate; gli scarti erano accatastati da più anni in capannoni umidi e maleodoranti e nelle resedi esterne degli stessi. In uno di questi capannoni è stata trovata, oltre alla pelle, anche una quantità ingente di stracci e di tessuti, sicuramente oggetto di discarica.
Le ipotesi al vaglio degli investigatori sono di traffico illecito di rifiuti e raccolta degli stessi senza autorizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

12mila tonnellate di scarti di pelli accatastate in capannoni tra Pontedera e Santa Maria a Monte

PisaToday è in caricamento