menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schiuma sospetta nel fosso: analisi dell'Arpat

L'episodio è avvenuto nel territorio di Crespina Lorenzana: potrebbe essere derivato dalle intense piogge cadute tra sabato e domenica

Sopralluogo lo scorso 1 settembre da parte del personale tecnico del dipartimento ARPAT di Pisa, su richiesta della Protezione Civile, allertata a sua volta dalla Polizia Municipale, presso l'Antifosso Reale nel Comune di Crespina Lorenzana.
La Polizia Municipale ha informato ARPAT che, sin dalla giornata di domenica 30 agosto, era chiaramente visibile una schiuma bianca, in alcuni tratti dell' Antifosso. In particolare, la schiuma, era visibile nel tratto immediatamente a monte del congiungimento dell'Antifosso con lo Scolmatore dell'Arno.

Il personale ARPAT, intervenuto sul posto, non è riuscito a risalire alla causa del fenomeno in atto causa l'ampia porzione di territorio percorso dal corso d'acqua. Ha comunque provveduto ad effettuare un campionamento dell'acqua, nel tratto interessato, per il monitoraggio dei parametri chimici e biologici. I valori del pH e dell'ossigeno disciolto misurati in campo, sono risultati ampiamente nella norma.

Le valutazioni tecniche sono proseguite al rientro in sede, con l'ausilio di Google Earth, sono stati visionati i possibili apporti al corso superficiale, che percorre il territorio del comune di Crespina Lorenzana in una zona agricola, mentre nel limitrofo Comune di Casciana Terme Lari attraversa la zona di Perignano. In  prossimità di tale zona, il corso d'acqua riceve gli apporti di uno scaricatore di piena in località La Casaccia.
Risulta quindi probabile che, a seguito delle intense piogge tra sabato e domenica, si siano attivati gli scaricatori di piena sulla fognatura mista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

social

Ricette locali, la trippa alla pisana

Utenze

Bollette luce e gas, quando e come chiedere la rettifica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento