Cronaca

Pontedera, operai Piaggio in sciopero contro il precariato

Ieri mattina hanno scioperato alcuni operai della Piaggio per contestare la pesantezza dei carichi di lavoro e i contratti a termine oltre all'accordo firmato dai sindacati

Parte dei lavoratori della Piaggio di Pontedera ha scioperato stamani dalle 9 alle 11.30 protestando contro i carichi di lavoro all'interno dell'azienda, l'uso sproporzionato dei contratti a termine e l'accordo firmato dal segretario della Cgil Susanna Camusso, insieme a Cisl e Uil, sulle regole della contrattazione. Lo sciopero è stato indetto dall'ala più radicale di Fiom all'interno dello stabilimento dove "le linee di montaggio che si sono fermate", come spiegato dagli stessi sindacalisti. Un corteo ha sfilato anche per le vie del centro esponendo cartelli con scritte come "Camusso con Cisl e Uil lascia stare c'é bisogno di lottare" e "Colaninno tu guadagni, noi sempre meno salario, sempre meno diritti".

 
Secondo quanto spiegato dagli scioperanti, i carichi di lavoro sulle linee di montaggio alla Piaggio sono da tempo "usuranti, perché l'azienda non investe in tecnologie, chiedendo però sempre più produzione a un organico di operai che diminuisce in maniera continua". In questi giorni, poi, a con contratto a tempo determinato non verrà prolungato il contratto fino a settembre. "Prima di ottenere una posizione contrattuale stabile in Piaggio - hanno spiegato - servono in media 12 anni. Un tempo troppo lungo che crea solo precariato fra i giovani". In un corteo in piazza Cavour, sotto il municipio, è stato letto un documento in cui viene respinta "la derogabilità a richiesta dei padroni del contratto nazionale, il potere della maggioranza delle rsu di sottoscrivere accordi in deroga senza sottoporli alla decisione dei lavoratori, il divieto per organizzazioni sindacali e rsu di indire scioperi contro l'applicazione di questi accordi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, operai Piaggio in sciopero contro il precariato

PisaToday è in caricamento