Sciopero degli addetti ai rifiuti: "Adesione altissima e disagi in tutta la provincia"

La protesta indetta da Usb di fronte alla sede di Geofor a Pontedera

La protesta di fronte a Geofor, foto dalla pagina Facebook di Cinzia Della Porta

Adesione altissima per lo sciopero indetto per oggi, 5 novembre, dall''Unione Sindacale di Base. A incrociare le braccia per l'intera giornata sono stati i lavoratori dell'igiene ambientale di Avr, della Cooperativa Ati e della Cooperativa Geeco, tutte in appalto Geofor. "La protesta - afferma Cinzia Della Porta dell'Usb di Pisa - è riuscita benissimo con il 100% di adesioni tra i lavoratori della Geeco e del 90% tra quelli di Ati e Avr. Nonostante la pioggia in tanti hanno inoltre deciso di prendere parte al presidio di fronte ai cancelli di Geofor, a Pontedera".

Una protesta che ha provocato "disagi piuttosto generalizzati in tutta la provincia" per quanto riguarda la raccolta di rifiuti. Nel mirino dei lavoratori la nuova gara di appalto voluta da Geofor ed in scadenza il prossimo 15 novembre. "La nostra richiesta - prosegue Della Porta - rimane la stessa da tre anni a questa parte: ossia quella di aver parità di salario a parità di mansioni. Questo significa applicare a tutti i lavoratori il contratto collettivo nazionale Fise Assombiente, al posto del Multiservizi inferiore rispetto al Fise di 350 euro al mese in busta paga".

"Lo scorso 5 settembre - prosegue Della Porta - i sindacati confederali, Cgil, Cisl e Uil, hanno siglato un accordo con Geofor che avrebbe dovuto prevedere parità di salario per tutti i lavoratori. Un accordo dal quale siamo stati esclusi nonostante siamo stati noi in questi anni a portare avanti la battaglia su questo tema e che evidentemente non è risultato sufficientemente vincolante, visto che nella gara di appalto si prevede un investimento minore rispetto alla gara precedente, senza quindi dare garanzie ai lavoratori".

La protesta nel pomeriggio si è spostata in piazza XX Settembre, sotto a Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa. "Se non ci saranno novità rilevanti e positive per i lavoratori - conclude Della Porta - tra un paio di settimane, una volta conclusa la procedura di raffreddamento, indiremo due giorni di sciopero".

Foto dalla pagina Facebook di Cinzia Della Porta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Pisamo assume due persone a tempo indeterminato: i dettagli della selezione

  • Sai quanti punti hai sulla patente? Le istruzioni per verificare il saldo

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

  • Rebeldia, Unione Inquilini e Diritti in Comune contro Airbnb: "Affare milionario che svuota la città"

Torna su
PisaToday è in caricamento