Aperture festive per il 2 giugno: proclamato lo sciopero

I sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil ribadiscono la loro contrarietà alle aperture dei negozi nei festivi e proclamano l'astensione dal lavoro per tutta la giornata

Le organizzazioni sindacali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs della Regione Toscana ribadiscono la contrarietà alle aperture dei negozi per la Festa della Repubblica e chiedono il rispetto del significato e del valore sociale della festività. Per questo è stato proclamato lo sciopero per tutta la giornata di domani 2 giugno.

"Le liberalizzazioni degli orari e delle aperture domenicali e festive attuate dal decreto Salva Italia - scrivono in una nota - si sono rivelate negative, non hanno portato nessun aumento dell'occupazione, nessun aumento dei consumi, ma hanno peggiorato le condizioni di lavoro, aumentato la precarietà e l'assenza di ogni regola minima di concertazione sulla programmazione delle aperture e degli orari di lavoro. Filcams, Fisascat e Uiltucs, riconfermano la necessità di modificare la Legge sulle liberalizzazioni, avendo sostenuto la raccolta di firme per la proposta di Legge di iniziativa popolare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Pisamo assume due persone a tempo indeterminato: i dettagli della selezione

  • Sai quanti punti hai sulla patente? Le istruzioni per verificare il saldo

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • Rebeldia, Unione Inquilini e Diritti in Comune contro Airbnb: "Affare milionario che svuota la città"

  • Togliere il voto agli anziani, da Grillo alla Lega di Pisa: mozione in Consiglio Comunale

Torna su
PisaToday è in caricamento