Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Nuovo sciopero dei bus, i sindacati: "Nessuna apertura da parte dell'azienda"

I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal hanno indetto uno sciopero dalle 12 alle 16 di lunedì 25 maggio, a cui aderiranno i lavoratori della Ctt Nord. Durante la protesta saranno comunque garantiti i servizi minimi essenziali

Ancora uno sciopero dei bus. I lavoratori della Ctt Nord che operano sui territori di Pisa, Massa-Carrara, Livorno e Lucca incroceranno infatti le braccia per 4 ore, lunedì 25 maggio. Lo sciopero avrà modalità diversificate a seconda dei territori. A Pisa e provincia si fermeranno, dalle 12 alle 16, gli autisti e i dipendenti della biglietteria, dei depositi e dei rifornimenti.

Le corse già in corso di effettuazione all’inizio dello sciopero saranno regolarmente portate a termine fino al relativo capolinea. Al termine dello sciopero il servizio riprenderà nelle località in cui si sarebbe venuta a trovare la regolare effettuazione della corsa. Durante lo sciopero saranno comunque garantiti i servizi minimi essenziali.

I MOTIVI DELLA PROTESTA. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati di categoria Filt-cgil, Fit-cisl, e Faisa-cisal a causa "dello stato di assoluta inefficienza del parco veicolare in uso presso la Ctt Nord, per le relazioni industriali non corrette con le organizzazioni sindacali, una difforme organizzazione del personale nei diversi settori aziendali, rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale di categoria, anche a seguito della disdetta degli accordi di secondo livello in tutte le sedi aziendali delle Province di Livorno, Lucca e Pisa".  Si tratta del secondo sciopero dopo quello indetto per il 29 aprile scorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sciopero dei bus, i sindacati: "Nessuna apertura da parte dell'azienda"

PisaToday è in caricamento