Cronaca

Sciopero dei benzinai: è lotta sui prezzi del carburante

Dalle 19:30 del 17 giugno alle ore 7:00 del 19 giugno l'agitazione riguarderà gli impianti di rete ordinaria; dalle ore 22:00 del 17 giugno alle ore 22:00 del 18 giugno lo stop coinvolgerà anche le aree di servizio autostradali

Sciopero dei distributori di benzina self service durante gli orari di apertura degli impianti, con relativo oscuramento dei prezzi ad essi collegati e dell’insegna della compagnia. Fino alle 19.30 di domani 17 giugno non sarà possibile rifornirsi da soli. L'agitazione è promossa da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc-Anisa Confcommercio per protestare contro i prezzi alti imposti dalle compagnie in un contesto di "indifferenza e sostanziale inerzia della politica e delle istituzioni".

"La protesta - spiega Sandro Cini, responsabile sindacale dei distributori di carburante aderenti a ConfcommercioPisa - serve ad ottenere prezzi più bassi e competitivi anche a beneficio degli automobilisti che si riforniscono quotidianamente dai gestori. Il nostro auspicio è che riprenda quanto prima la contrattazione collettiva che ponga fine ad un lungo periodo di strappi ed aggressioni alla categoria da parte delle compagnie petrolifere”.

Dalle ore 19:30 del 17 giugno alle ore 7:00 del 19 giugno, si svolgerà invece lo sciopero generale nazionale degli impianti di rete ordinaria; dalle ore 22:00 del 17 giugno alle ore 22:00 del 18 giugno lo stop riguarderà anche le aree di servizio autostradali.
Per il 18 giugno è convocata anche una manifestazione nazionale dei Gestori di rete ordinaria ed autostradale a Roma.
Dalle 24:00 del 21 giugno alle 24:00 del 28 giugno, infine, non sarà accettato alcun mezzo di pagamento elettronico (carte di credito e di debito, pagobancomat, carte petrolifere, ecc.) e saranno sospese tutte le campagne promozionali di marchio su tutta la rete ordinaria.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei benzinai: è lotta sui prezzi del carburante

PisaToday è in caricamento