Sciopero generale per l'8 marzo: all'ospedale garantiti i servizi essenziali

L'agitazione è indetta dal sindacato Slai Cobas. L'Aoup: "Dovrà essere data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi non dimissibili"

Si prospetta una giornata con qualche disagio per gli utenti dell'ospedale pisano a causa dello sciopero generale nazionale di tutti i settori pubblici, privati e cooperativi di tutti i lavoratori a tempo determinato, indeterminato, con contratti precari e atipici, indetto per l’8 marzo 2016 dall’Associazione sindacale Slai Cobas.

Dall'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana ricordano comunque che, "come sempre avviene in queste circostanze, dovranno essere garantiti i servizi sanitari essenziali e, per quanto concerne le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, dovrà essere data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi non dimissibili, in ottemperanza a quanto riportato nell’Accordo Nazionale 26/09/2001 per la regolamentazione del diritto di sciopero".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

Torna su
PisaToday è in caricamento