Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Scioperi: si fermano gli operatori dell'igiene ambientale

Mercoledì 15 giugno sciopero nazionale per tutte le aziende pubbliche e private per 24 ore. Il Comune di Pisa: "Garantiti i servizi essenziali"

Altre 24 ore di sciopero per gli operatori dell'igiene ambientale. Dopo l'agitazione dello scorso 30 maggio, i lavoratori di aziende pubbliche e private incrociano nuovamente le braccia mercoledì 15 giugno. Sui possibili disagi il Comune di Pisa rassicura: "Saranno garantiti i servizi pubblici minimi essenziali previsti per legge".

I motivi della protesta sostenuti da Cgil funzione pubblica, Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel: "Rigettare il tentativo di distruggere il comparto, il contratto nazionale, il sindacato e tutte le tutele di migliaia di lavoratrici e lavoratori; il rinnovo del contratto nazionale di lavoro scaduto da quasi 30 mesi; il mantenimento del contratto unico di settore come strumento utile a regolare il mercato del settore dell’igiene ambientale; tutelare i salari mortificati dalla logica del 'dividendo' degli speculatori; migliorare le condizioni di salute e sicurezza di lavoro gravate da turni e modalità di raccolta umilianti per i lavoratori; per fermare i tantissimi infortuni e il progressivo sviluppo delle malattie professionali; per contrastare la logica delle gare al massimo ribasso e la mortificazione dei lavoratori delle aziende in appalto; fornire ai cittadini un ambiente migliore; migliorare i servizi nella città senza aumentare la tariffa, evitando sprechi e gestioni deficitarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scioperi: si fermano gli operatori dell'igiene ambientale

PisaToday è in caricamento