Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

In sciopero gli operai dell’indotto Piaggio: a rischio 140 posti

Ad incrociare le braccia i lavoratori della World Service, azienda attiva nell'indotto Piaggio. La protesta, contro il trasferimento delle attività, al Polo logistico di Pontedera

Gli operai della Wordl Service in stato di agitazione. Più di cento i lavoratori che stamani hanno deciso di incrociare le braccia impedendo il trasferimento in entrata e in uscita dei materiali diretti al polo logistico di Pontedera. L’azienda si occupa del confezionamento manuale dei pezzi di ricambio per conto di un’altra società, Ceva, a sua volta attiva nell'indotto Piaggio.

"Stamani - spiega Sandro Giacomelli dei Cobas - un centinaio di dipendenti ha incrociato le braccia e impedito il trasferimento dei materiali per accendere un faro sul futuro occupazionale in vista del definitivo trasferimento delle attività al polo logistico di Pontedera.

Domani Ceva incontrerà i sindacati e potrebbe comunicare l'apertura della mobilità per circa 20 persone in esubero, ma la contrazione inciderà anche sulla World service e per questo abbiamo immediatamente deciso lo sciopero come rappresentanze sindacali aziendali perché è l'unica leva di rivendicazione che abbiamo. Da mesi infatti non si sa più niente del nostro destino, né se con il nuovo magazzino completamente automatizzato anche l'attività di World service andrà a sparire con la conseguente perdita di 140 posti di lavoro nei 4 insediamenti produttivi della provincia di Pisa".

Le rappresentanze sindacali aziendali hanno anche chiesto un immediato confronto con i vertici dell'impresa e la salvaguardia di tutti i livelli occupazionali, anche dopo il trasferimento al polo logistico di Pontedera, che si completerà entro gennaio.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sciopero gli operai dell’indotto Piaggio: a rischio 140 posti

PisaToday è in caricamento