Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Pontedera / Viale Rinaldo Piaggio

Pontedera, sciopero Piaggio: gli operai incrociano di nuovo le braccia

Ancora una volta i lavoratori dell'azienda della Vespa hanno manifestato la propria contrarietà all'abolizione dell'articolo 18: occupati per un quarto d'ora i binari della stazione ferroviaria

Due ore di sciopero stamattina e altre tre ore nel pomeriggio. Gli operai della Piaggio tornano a protestare per dire ancora una volta no all'abolizione dell'articolo 18. All'agitazione, indetta dalla Fiom-Cgil, avrebbero aderito circa l'80% dei lavoratori, secondo quanto spiegato dagli stessi sindacati. Gli operai si sono fermati anche sui binari della stazione ferroviaria per circa 15 minuti senza creare grandi disagi alla circolazione dei treni.


La produzione è proseguita a singhiozzo mentre gli operai sono usciti dalla Piaggio per improvvisare un corteo a cui si sono uniti anche i lavoratori della Tmm, un'azienda dell'indotto metalmeccanico che si trova nelle vicinanze della fabbrica della Vespa. Gli esponenti della Rsu hanno spiegato, durante la manifestazione, le ragioni dello sciopero. "Nonostante si parli di aperture da parte del Governo sulla riforma del mercato del lavoro - ha detto Massimo Cappellini della Fiom-Cgil - gli operai hanno voluto ribadire il loro no all'abolizione dell'articolo 18". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, sciopero Piaggio: gli operai incrociano di nuovo le braccia

PisaToday è in caricamento