Muore lavoratore al picchetto di protesta a Piacenza: sciopero e presidio a Pisa

L'Unione Sindacale di Base ha dichiarato l'agitazione a livello nazionale. La sede pisana ha indetto l'azione di solidarietà per giovedì sera alle 18 in Piazza XX Settembre

Foto dalla testata Citynews 'IlPiacenza'

E' morto nella notte Abdesselem el Danaf, lavoratore egiziano padre di 5 figli, dipendente della Gls di Piacenza investito da un camion mentre era ad un picchetto di protesta. Una vertenza che è diventata tragedia, tanto che il sindacato coinvolto, l'Usb, ha subito reagito proclamando lo sciopero nazionale del settore logistica, usando parole durissime per spiegare l'accaduto: "Le responsabilità dell'azienda sono incontrovertibili, sia per il clima di ricatto e di schiavitù che vige nei suoi depositi attuato grazie alla totale complicità di tutte le altre sigle sindacali, sia per aver incitato i camionisti dell'azienda a sfondare il picchetto".

La Federazione dell'Unione Sindacale di Base di Pisa è solidale al grido 'Ammazzateci tutti' lanciato dagli associati di Piacenza. E' così convocato per oggi giovedì 15 settembre, alle 18 di fronte al Comune di Pisa, un presidio di protesta "contro la ferocia di una dirigenza aziendale che rispecchia un atteggiamento sempre più diffuso in tanti posti di lavoro, grazie alle politiche antioperaie di Confindustria, Marchionne e del Governo Renzi, che con l'abolizione dell’Art. 18 e il Jobs Act ha riportato indietro di oltre un secolo la condizione dei lavoratori e le relazioni sindacali. Politiche contro le quali l'Unione Sindacale di Base e altre sigle sindacali hanno indetto uno sciopero generale per venerdì 21 ottobre".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello: "Chiamiamo i lavoratori, i pensionati, i precari, i giovani, i migranti e tutti i soggetti colpiti da queste politiche, le forze sindacali, politiche, sociali e culturali a scendere oggi in piazza con noi. L'omicidio di questa notte è un attacco mortale a tutti coloro i quali continuano a battersi contro queste politiche criminali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento