Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Vessazioni e salari incongruenti: lavoratori del Panificio Toscano in sciopero

La protesta di un gruppo di addetti dell'unità produttiva di Collesalvetti è seguita e sostenuta dai Cobas di Pisa

I lavoratori davanti allo stabilimento

Giornata di sciopero oggi, 13 marzo, per i lavoratori della Cooperativa Giano che operano all'interno dell'unità produttiva di Collesalvetti (Livorno) del Panificio Toscano. Un gruppo di lavoratori pakistani ha manifestato davanti allo stabilimento di via Torino. Con loro Sandro Giacomelli, dei Cobas Lavoro Privato di Pisa che sostengono la vertenza degli operai.

Al centro della protesta il peggioramento delle condizioni di lavoro e salariali nel cambio di appalto dal Consorzio Panjob alla Cooperativa Giano. "Da due mesi abbiamo chiesto l'apertura di un tavolo di trattativa che però non arriva e intanto le condizioni sono sempre peggiori - afferma Sandro Giacomelli dei Cobas - questi ragazzi (nell'unità produttiva lavorano una quarantina di persone, una decina di queste sono in presidio oggi, ndr) sono sottoposti a vessazioni di ogni tipo, oltre ad avere trattamenti economici incongruenti".

Una chiusura completa da parte della Cooperativa Giano è stata riscontrata dai Cobas Lavoro Privato che chiedono alla stessa cooperativa, ma anche per responsabilità solidale al Panificio Toscano, l'apertura di un tavolo di contrattazione dell'unità produttiva di Collesalvetti, la correzione dei prospetti paga, un unico CCNL per i lavoratori, il rispetto delle normative contrattuali (pause, straordinari, festivi, ferie) e il rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Riceviamo e pubblichiamo dal presidente della cooperativa Giano, FIlippo Melli, la seguente richiesta di rettifica:

La Cooperativa Giano che presiedo, ha effettuato, mensilmente, regolare pagamento per quanto riguarda le retribuzioni mensili dei soci lavoratori sempre non più tardi del giorno 15 del mese successivo alla prestazione lavorativa ed ha versato le contribuzioni di Legge.
Per  quanto riguarda la 13ma mensilità, il dovuto è stato regolarmente saldato nel mese di dicembre e, attualmente, risultano erogati n. 7 ratei di 14ma, nel rispetto degli accordi contrattuali ma in anticipo rispetto alle scadenze di Legge.
Si fa presente infatti che, il rapporto di socio lavoratore con Cooperativa Giano, è sorto nel mese di agosto per cui, alla data del 31.12.2017 erano dovuti 5 ratei di 13ma (pagati) e che, la 14ma, va a maturare per Legge con il mese di giugno 2018 ma, per accordo viene erogata, mediante anticipazione unitamente alla retribuzione del mese.
I soci lavoratori che hanno aderito allo sciopero, sono debitori della cooperativa per n. 6 rate della quota associativa che, su base annua, ammonta ad Euro 1.500,00 e, solo dopo numerose sollecitazioni anche scritte, hanno rilasciato l’autorizzazione all’addebito sul cedolino paga mensile.
Conclusivamente, Cooperativa Giano, ha pagato ai soci le retribuzioni mensili dovute, i ratei 13ma maturati, e 7/12 convenuti in anticipo sulla maturazione della 14ma mensilità ed è rimasta  creditrice della quota associativa nei termini indicati.
In data 18.1.2018 in un incontro tenutosi con l’Associazione Sindacale COBAS, è stata illustrata esaurientemente la situazione economico normativa nei termini ora riportati.
I contratti CCNL applicati sono esattamente quelli in uso presso il precedente consorzio Panjob.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vessazioni e salari incongruenti: lavoratori del Panificio Toscano in sciopero

PisaToday è in caricamento