Cronaca

Volterra, scappa da casa e s'imbarca per la Spagna: rintracciata con il satellite

La ragazza aveva fatto perdere le proprie tracce alla famiglia che si è subito rivolta alla Polizia. Una volta giunta nel porto di Barcellona è stata immediatamente imbarcata per il viaggio di ritorno verso casa

La sera di lunedì 10 marzo scatta l'allarme per una ragazza di 32 anni, residente a Volterra. Sono i suoi familiari ad avvisare il Commissariato di Volterra non avendone più notizie dal primo pomeriggio.

Immediatamente iniziano le prime verifiche di routine presso gli altri uffici delle Forze di Polizia e gli ospedali limitrofi, purtroppo con esito negativo: nessuna traccia della giovane donna, che soffre di attacchi di panico e il cui telefono cellulare risulta costantemente irraggiungibile. Non potendo escludere qualche gesto inconsulto, il Commissariato di Polizia rende operativo, d’intesa con la Prefettura, il Piano Provinciale per la Ricerca delle Persone Scomparse al fine di attuare le ricerche in modo coordinato tra tutti i soggetti interessati, compresa la locale Procura della Repubblica che subito autorizza l’accesso ad un sofisticato sistema informatico satellitare per la triangolazione dei telefoni cellulari a livello intercontinentale.

A mezzogiorno di mercoledì viene così localizzato il cellulare della 32enne a largo delle coste italiane. Con questa informazione gli operatori del Commissariato convergono le loro ricerche sui porti nazionali, scoprendo che la ragazza si trova su una nave salpata da Civitavecchia con destinazione il porto di Barcellona, in Spagna. La Polizia di Frontiera dello scalo marittimo di Civitavecchia conferma che il nominativo della 32enne risulta nella lista d’imbarco di una nave della Compagnia di Navigazione Grimaldi Lines, il cui comandante viene immediatamente avvisato.

La nave giunge nel porto spagnolo alle ore 18.15 di mercoledì 12. Una volta arrivata a destinazione la donna, in accordo con le Autorità spagnole, la Grimaldi Lines e il Consolato Generale d’Italia a Barcellona che nel frattempo era stato preventivamente allertato dal Commissariato di Volterra, viene reimbarcata a bordo della stessa nave per il viaggio di ritorno in Italia, dove arriva alle ore 18.45 di giovedì.

Ad attenderla negli uffici della Squadra di Polizia dello scalo marittimo vi sono il padre ed il fratello. Un'avventura che si è risolta con un lieto fine e che fornisce l’occasione alla Polizia di Stato per invitare tutti coloro che sospettano un caso di scomparsa a denunciarlo immediatamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra, scappa da casa e s'imbarca per la Spagna: rintracciata con il satellite

PisaToday è in caricamento