Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico

Raccolta differenziata, gli Ecobonus alleggeriscono la bolletta: sconti sulla nuova Tares

Aspettando il servizio di raccolta differenziata 'porta a porta', il Comune illustra il nuovo piano sulla gestione rifiuti e i conseguenti sconti Tares: sparisce la graduatoria e gli Ecobonus permetteranno un risparmio fino al 25% sulla bolletta Tares

Pisani "riciloni" prendete nota perchè stanno arrivando delle novità dal mondo della raccolta differenziata e della Tares, la tassa rifiuti che proprio in questi giorni ogni cittadino si sta apprestando a pagare. Da quest'anno partono i nuovi Ecobonus (punti introdotti dall'amministrazione comunale per premiare chi si impegna realmente a fare la differenziata), con i quali  si potrà avere fino al 25% di sconto nella bolletta. Come si accede agli Ecobonus? Ne potranno usufruire tutte le famiglie interessate, a patto che riescano a differenziare almeno il 40% della produzione rifiuti annua, stimata dal Comune. Il calcolo dei rifiuti domestici si ottiene moltiplicando la produzione media annua (9,6 kg) a metro quadro per la superficie dell'abitazione e per un coefficiente legato al numero dei componenti della famiglia.

L'Ecobonus non riguarda solo le utenze domestiche ma anche quelle delle aziende, che presentando la certificazione richiesta potranno usufruire degli sconti in base al rapporto tra la qualità e la produzione annua stimata per la tipologia di ditta prevista dalle normative vigenti. Non c'è alcuna soglia di sbarramento che invece per le utenze domestiche è fissata al 40%.

Facendo alcuni esempi pratici, per una famiglia di 2 persone lo sconto della Tares arriverà a un massimo di 67 euro su un totale di 267 e in una casa di 80 mq; mentre per una famiglia di 5 persone, una casa di 130 mq e una bolletta di 448 euro lo sconto potrebbe arrivare anche a 115 euro. Per ottenere gli sconti derivati dagli Ecobonus, gli utenti dovranno portare i rifiuti in una delle quattro stazioni ecologiche fisse presenti in città. Ovviamente lo sconto varia in base alla quantità dei rifiuti differenziati: ogni Ecopunto ha un valore di 1,5 centesimi ma l'importo massimo rimarrà sempre e comunque pari alla metà della bolletta Tares da pagare. Si potrà usufruire delle riduzioni Ecobonus 2013 dalla bolletta del 2014; mentre per gli sconti 2012, entro la fine dell'anno, le famiglie aventi diritto ritireranno l'importo raggiunto in banca, tutte le indicazioni verranno scritte e recapitate con una lettera.

L'assessore Salvatore Sanzo e Marco Redini della Direzione Ambiente del Comune, hanno illustrato il progetto e gli obiettivi futuri sulla raccolta differenziata. "Il sistema di calcolo sul presunto della produzione rifiuti annuale può essere cambiato - ha dichiarato Sanzo - e andremo verso metodologie sempre più precise basate sulla quantità reale dei rifiuti prodotta da ciascun nucleo familiare. Ma anche i cittadini devono fare la loro parte, cercando di diminuire la massa dei rifiuti ogni anno. Avere meno rifiuti è un bene per tutti.

"Sparisce la graduatoria per accedere agli sconti - contiunua Redini - che rappresentava un limite nella gestione degli Ecobonus. Il prossimo obiettivo sarà cominciare con la raccolta differenziata 'Porta a Porta' ma è un processo che avverrà per gradi e non contemporaneamente in tutte le zone della città. Un'altra punto importante, e una domanda che ci fanno in molti, è che gli Ecobonus non sono accumulabili e ogni anno si ricomincia da capo.

"Tornando al discorso sulla gestione rifiuti con il metodo  'Porta a porta' - conclude Sanzo - bisogna sapere che avrà sicuramente dei costi maggiori per le casse comunali. Avremo delle certezze in più dopo il bilancio 2014, dove nello stesso budget bisognerà far rientrare i soldi per la raccolta rifiuti e la pulizia delle strade. Il nostro obiettivo sarà ottimizzare le risorse e nello stesso tempo anche i servizi ai cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, gli Ecobonus alleggeriscono la bolletta: sconti sulla nuova Tares

PisaToday è in caricamento