Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca San Miniato

San Miniato, scontri di Roma: Carlo Seppia ancora ai domiciliari

Il 28enne di San Miniato era stato riconosciuto in una foto che lo immortalava mentre gettava del liquido su una camionetta dei Carabinieri in fiamme: dopo un mese di carcere, da quattro mesi si trova agli arresti domiciliari

Carlo Seppia vicino alla camionetta dei Carabinieri

E' ancora agli arresti domiciliari Carlo Seppia, il 28enne di San Miniato, immortalato vicino ad una camionetta dei Carabinieri data alle fiamme dai manifestanti durante gli scontri del 15 ottobre 2011 a Roma. Seppia venne riconosciuto appunto dallo scatto apparso sull'edizione on line de Il Giornale. I militari dell'Arma, dopo la segnalazione, si presentarono a casa sua trovando anche gli stessi vestiti indossati nella foto. Fu subito collaborativo, non negando di essere proprio lui quello nella scatto.


Seppia, arrestato pochi giorni dopo quel tremendo 15 ottobre in cui la Capitale venne messa a ferro e fuoco, restò un mese in carcere, da dicembre si trova agli arresti domiciliari. Una misura troppo restrittiva per il legale del ragazzo, l'avvocato Silvia Davini. "Una misura cautelare eccessiva che sta assumendo connotazioni politiche - spiega Davini - il mio assistito è stato arrestato pochi giorni dopo i fatti perché ritratto in una foto degli incidenti, in cui si vede vicino a un blindato dei Carabinieri assalito da altri manifestanti con il volto travisato. Non ha mai negato di aver partecipato alla manifestazione. Ma il suo ruolo nell'incendio del mezzo dei militari dell'Arma non è ancora stato chiarito. Neppure il filmato della scena dice molto di più rispetto alla foto. Si è fatto circa un mese di carcere a Pisa e poi è stato messo agli arresti domiciliari". L'avvocato Davini aveva proposto una misura cautelare alternativa a quella a cui è sottoposto, che prevede solo la possibilità di uscire due sere a settimana per poter svolgere lavoretti: "Avevo chiesto alla procura un provvedimento meno coercitivo, come l'obbligo di firma dai Carabinieri. Ovviamente mi è stata negata. E adesso aspettiamo l'istruttoria fissata per il 12 luglio". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato, scontri di Roma: Carlo Seppia ancora ai domiciliari

PisaToday è in caricamento