Cronaca

Scontri a Roma: arrestato un ragazzo di San Miniato per l'assalto al blindato

Non è stata resa nota l'identità del giovane dalle forze dell'ordine ma con molta probabilità il ragazzo fa parte dell'antagonismo sanminiatese: è il terzo arresto per l'assalto alla camionetta dei Carabinieri

Fabrizio Filippi, detto "Er Pelliccia", mentre lancia l'estintore

E' finito in manette un giovane 28enne di San Miniato per l'assalto al blindato dei Carabinieri in Piazza San Giovanni, durante gli scontri del 15 settembre a Roma, nel corso della manifestazione degli "indignati". I militari del reparto operativo di Pisa e della compagnia di San Miniato hanno arrestato il 28enne, di cui non è stata resa nota l'identità. Probabilmente il ragazzo, che graviterebbe nell'area dell'antagonismo sanminatese, è stato riconosciuto dalle foto pubblicate dai quotidiani o dai siti internet.

E' il terzo manifestante a finire in manette per il rogo al mezzo dei Carabinieri. Prima di lui era stato arrestato Fabrizio Filippi, detto "Er Pelliccia", lo studente di 24 anni originario di Bassano Romano, immortalato in una foto mentre lanciava un estintore durante gli scontri. Poco dopo era toccato a Leonardo Vecchiolla, l'ambientalista e studente universitario di Chieti, di 23 anni e originario di Ariano Irpino, incastrato da alcune intercettazioni telefoniche.

Sempre oggi sono stati disposti i domiciliari per cinque minorenni, sedicenni e diciassettenni liceali di Roma, accusati di resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale e di danneggiamento, seguito da incendio. Una sorta di gruppetto di 'baby-black bloc', teppisti in erba già affascinati dalla guerriglia urbana. Durante la manifestazione facevano barricate in strada con cassonetti incendiati, si armavano di manici di picconi, lanciavano bombe carta e bottiglie contro le forze dell'ordine. I ragazzi, già identificati e denunciati lo stesso giorno degli scontri in Piazza San Giovanni, sono tutti incensurati e tra loro ci sono anche alcune ragazze. Per loro le cinque ordinanze di custodia cautelare domiciliare sono state eseguite all'alba dagli agenti del commissariato Viminale.


Ora anche la provincia di Pisa, con l'arresto del ragazzo di San Miniato, entra a far parte di una triste pagina della storia più recente. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri a Roma: arrestato un ragazzo di San Miniato per l'assalto al blindato

PisaToday è in caricamento