Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca San Miniato

Scontri Roma: il giovane di San Miniato riconosciuto da una foto

Il 28enne si chiama Carlo Seppia ed è uno studente: ha ammesso di essere lui quello nella foto ma di non aver gettato sul blindato dei Carabinieri liquido infiammabile ma una semplice bibita

Si chiama Carlo Seppia, il giovane 28enne, militante dei centri sociali antagonisti di San Miniato, che ieri sera è stato arrestato a San Miniato per aver partecipato all'incendio del blindato dei Carabinieri lo scorso 15 ottobre durante gli scontri di Roma. Il riconoscimento del ragazzo sarebbe avvenuto grazie ad una foto pubblicata dall'edizione on line de Il Giornale che oggi appunto racconta la vicenda. Dopo aver visto lo scatto che immortala un ragazzo vicino alla camionetta blu, un lettore toscano del quotidiano avrebbe identificato il sanminiatese e ha subito chiamato i Carabinieri che ieri sera si sono presentati a casa dello studente black bloc, mostrando la foto che lo ritrae appunto mentre getta liquido, incendiario secondo gli inquirenti, all'interno della camionetta dei Carabinieri data alle fiamme in Piazza San Giovanni.  Per i militari dell'Arma, Seppia sarebbe corresponsabile dell'incendio al blindato ed è accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale, ossia al Carabiniere Fabio Tartaglione che era alla guida del mezzo e che è riuscito a fuggire dal rogo. Seppia avrebbe ammesso di essere lui quello nella foto, ma nello stesso tempo ha sottolineato che il liquido in questione era una semplice bevanda.

In casa del giovane sarebbero stati ritrovati gli abiti che indossava in quella tremenda giornata (quelli della foto), un volantino distribuito nel corso della manifestazione e una serie di immagini, tra le quali anche lo scatto pubblicato da Il Giornale e che lo vede protagonista.

Domani mattina si svolgerà al Don Bosco l'udienza di convalida del fermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri Roma: il giovane di San Miniato riconosciuto da una foto

PisaToday è in caricamento